Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, i ricoveri Covid tornano a crescere: ma la curva dei contagi scende

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Tornano a crescere i ricoveri Covid degli ospedali dell’Umbria. <TB>Ieri infatti il contatore delle degenze di persone positive al Covid 19 faceva registrare un 216. Ovvero una crescita di 9 persone rispetto al giorno prima. Ma anche di 24 unità rispetto a solo 4 giorni fa. Il 28 gennaio infatti i ricoverati erano 192. E quel numero era stato il risultato di una lenta discesa iniziata una settimana fa. Ma, come dimostrano i numeri di ieri, anche se la curva dei contagi sembra essersi stabilizzata, o comunque continua a decrescere anche se lentamente, l’andamento delle ospedalizzazioni è più incerto. 

 

 


Tanto che ieri appunto ha fatto registrare un più 4,3% per quanto riguarda i degenti di area medica comune (rispetto al dato del giorno precedente) e anche un aumento di tre persone nei reparti di terapia intensiva che passano così da 8 a 11 ricoverati (ovvero un +38%). Se sia l’inizio di una inversione di tendenza è presto per dirlo, servirà osservare per qualche altro giorno. Certo è che negli ultimi 4 giorni i ricoveri sono solo aumentati: il 27 erano 192, il 28 198, il 29 207 e ieri 216. Le occupazioni dei posti letto da parte dei pazienti Covid tornano quindi sopra il 30% per quanto riguarda l’area medica comune e sopra il 10% per la terapia intensiva. Come annunciato dai vertici della sanità regionale, tra i ricoverati ci sono un 30-40% di persone non arrivate in ospedale per Covid. Ma degenti per altre malattie che, una volta arrivati in ospedale sono stati trovati positivi con il tampone di controllo in ingresso. Quindi non strettamente malati Covid, ma pazienti che vanno comunque isolati e trattati con tutte le accortezze - e le organizzazioni - di cui necessita un paziente positivo. Per il momento, nella distribuzione dei pazienti degli ospedali umbri, la parte del leone continua a farla il Santa Maria della Misericordia di Perugia dove ci sono 72 malati, di cui 7 in terapia intensiva. Ci sono poi 55 degenti al Santa Maria di Terni (di cui 4 in intensiva), 29 a Foligno, 27 a Castello, 17 a Pantalla, 15 a Branca e 1 a Orvieto. 

 


Per quanto riguarda invece gli altri dati contenuti nei report giornalieri, ieri i nuovi positivi sono stati meno dei guariti, confermando ancora una discesa - seppure non imponente - della curva dei contagi. In particolare, nella giornata di ieri i positivi sono stati 1.619 a fronte di 2.500 guariti, il che porta il totale degli attualmente positivi a 23.188, rispetto ai 24.081 del giorno precedente. Ieri sono stati inoltre registrati 2 nuovi decessi, il che porta il totale delle vittime da inizio pandemia a 1.622. Nell’ultimo report dell’Iss, l’Umbria è stata ancora considerata come regione bianca anche se il rischio (di progressione a scenari peggiori) è passato da basso a moderato.