Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, da Fondazione CariPg 400 mila euro per rilanciare la Stranieri

  • a
  • a
  • a

La governance dell’Università per gli stranieri pianifica il rilancio e ha al suo fianco la Fondazione cassa di risparmio dell’Umbria. Le firme del rettore Valerio De Cesaris e della presidente Cristina Colaiacovo, poste sul protocollo d’intesa ieri nell’aula magna di palazzo Gallenga, hanno suggellato l’inizio di una progettualità triennale per potenziare le attività dell’ateneo all’estero tanto da avere poi ricadute significative nel territorio regionale. Insomma, rinvigorire la mission nel mondo e rafforzare la presenza sul territorio.

 


Novecentomila euro è l’ammontare dell’investimento previsto, di cui 400 mila sono stati stanziati dalla Fondazione. 
“Un’internazionalizzazione che punterà soprattutto in quattro direzione - sono le parole del rettore De Cesaris -: Stati Uniti, Canada, Russia e Argentina. E se dagli Usa i flussi sono già realtà consolidata in altri Paesi, invece, c’è tutto da fare: come in Russia dove sappiamo che l’attenzione verso l’Italia è forte”. 
L’azione della Stranieri si concentrerà sull’offerta d’insegnamento della lingua italiana, ma anche sulle espressioni culturali e produttive del territorio. Da qui la valorizzazione delle eccellenze locali: arte, paesaggio, comparto enogastronomico e moda.

 


Lo scopo, dunque, è rendere la Stranieri un volano di sviluppo dell’Umbria per attrattività economica, turistica e formativa. E gli studenti stranieri saranno dei veri e propri ambasciatori del Cuore verde.
“Come Fondazione abbiamo sostenuto iniziative ed eventi della Stranieri ma questa volta ci siamo impegnati a sostenere una progettualità per raggiungere obiettivi condivisi. L’incremento e il miglioramento qualitativo della mobilità, della cooperazione e della comunicazione istituzionale dell’ateneo si inseriscono pienamente nella nostra strategia indirizzata a rendere la nostra regione più attrattiva e competitiva sui mercati internazionali”.