Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, cambia quarantena a scuola: contatti vaccinati (2 dose) o guariti in presenza anche a primaria e infanzia

Esplora:

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

L’Umbria anticipa la semplificazione per le regole riguardanti la gestione delle quarantene a scuola. E’ stata firmata ieri alle 13.45 dal commissario all’emergenza Covid 19 della Regione, Massimo D’Angelo, la disposizione con cui di fatto, viene adottato lo stesso criterio per tutte le scuole. “In questo modo abbiamo reso tutto omogeneo” spiega D’Angelo “semplificando e dando la possibilità a chi è vaccinato o è guarito da poco dal Covid di restare in classe, anche per i più piccoli”. Cosa cambia di fatto? Che le attuali regole valide per secondaria di primo e secondo grado vengono estese anche alla primaria e alla scuola dell’infanzia.

 

 

 

Questo perché, come viene scritto nella nuova disposizione c’è stata una “notevole quota di contatti scolastici nella fascia di età 0-11 anni che risulta guarita dal Covid da meno di 120 giorni” e si registra un “incremento della popolazione vaccinata nella fascia 5-11 anni”. E dunque, da ora in poi saranno molto meno gli alunni under 11, che andranno in quarantena. Potranno infatti restare in presenza - in caso di uno o due positivi in classe - tutti coloro che sono guariti dal Covid da meno di 120 giorni (a prescindere dall’età, quindi anche alla scuola dell’infanzia per i minori di 5 anni), o che abbiano terminato il ciclo vaccinale (seconda dose) da non più di 120 giorni. Effettueranno, autosorveglianza di 5 giorni - come accade alle medie e alle superiori - e verranno sottoposti a tampone su richiesta del medico in caso di sintomi. Per chi è vaccinato con due dosi da oltre 120 giorni o è guarito da oltre 120 giorni ci saranno 5 giorni di quarantena. Dieci giorni invece per i non vaccinati, chi non ha la seconda dose o ce l’ha da meno di 14 giorni. Insomma regole uguali per tutti. Con buona pace del tanto contestato tetris di regole diverse per ogni scuola. Erano state centinaia le famiglie di bambini guariti o vaccinati a chiedere che questo valesse qualcosa nella disposizione delle quarantene.

 

 

Anche se c’è già chi parla di diritti violati per il distinguo tra vaccinati e non. Restano invece differenze per i tamponi. In uscita dalla quarantena, a prescindere dall’età, antigenici nelle farmacie. Per la scuola primaria invece: per chi è in autosorveglianza, in caso di sintomi test nei dirve through aziendali per i 0-6anni. Per la sorveglianza al tempo 0 e tempo 5 antigenico nelle farmacie aderenti, mentre in autosorveglianza antigenico presso i drive-through aziendali. Alle medie e alle superiori: test in caso di insorgenza di sintomi per chi è in autosorveglianza solo nelle farmacie aderenti e nelle strutture private accreditate. Meglio che i genitori continuino a prendere nota.