Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Case popolari, il governo Draghi impugna la riforma varata dalla Regione Umbria

Esplora:

Ale.Ant.
  • a
  • a
  • a

Il governo Draghi ha deciso di impugnare l’ultima riforma regionale in materia di case popolari. 
E’ stato deciso nel consiglio dei ministri di venerdì sera, in cui su proposta del ministro per gli Affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini, ha esaminato ventidue leggi regionali e ha "deliberato di impugnare anche la legge della Regione Umbria numero 15 del 18 novembre 2021, Ulteriori modificazioni ed integrazioni alla legge regionale 28 novembre 2003, numero 23 (Norme di riordino in materia di edilizia residenziale sociale)”,  è scritto nella nota del Cdm, "in quanto talune disposizioni violano l’articolo 117, secondo comma, lettere g) e h), della Costituzione". La legge umbra violerebbe la Carta in tema di materia concorrente tra Stato e Regioni sul fronte legislativo.

 


 

In particolare sono in capo allo Stato “l’ordinamento e l’organizzazione amministrativa dello Stato e degli enti pubblici nazionali” e “l’ ordine pubblico e sicurezza, ad esclusione della polizia amministrativa locale”.

 


 

Nella nuova norma vengono introdotti particolari requisiti per l’accesso all’edilizia residenziale popolare.