Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid in Umbria, sospesi altri dieci medici no vax: controlli del Nas sulle esenzioni

Esplora:
Controlli medici al via

Alessandro Antonini e Simona Maggi
  • a
  • a
  • a

Altri dieci medici no vax sospesi. E’ il responso dell’ultimo consiglio dell’ordine della provincia di Perugia. La presidente Verena De Angelis fa sapere che questi si aggiungono ai “34 che erano stati sospesi dall’introduzione dell’obbligo vaccinale”. Ma gli “attualmente sospesi” nel frattempo sono scesi. “Nel giro di qualche mese 12 dei 34 si sono vaccinati”, spiega ancora De Angelis. Quindi in tutto la cifra è di 32 al momento per il Perugino. “Non si tratta di numero di rilievo, dato che gli iscritti sono complessivamente seimila”, conclude de Angelis. I sospesi sono principalmente liberi professionisti, informa l’ordine, poi i dipendenti di Asl e aziende ospedaliera.

In Umbria si arriva quindi a 43 dato che nel Ternano il numero dei medici che non sono vaccinati e che sono stati sospesi è attualmente di 11. Tra questi non risultano esserci medici di medicina generale, o più semplicemente medico di famiglia, né pediatri. La situazione è continuamente monitorata da parte dell’Ordine dei medici di Terni che è sempre in prima linea per il bene della salute dei cittadini. Le verifiche sono continue proprio per accertare che tutti i camici bianchi siano in regola con la vaccinazione. Massima attenzione dunque, ma anche risposte positive, tra i medici di medicina generale e pediatri, categorie fra le più esposte in questo periodo in cui il numero dei contagi è in salita. Le verifiche sono continue e risultano esserci diversi accertamenti in corso, alcuni dei quali potrebbero portare a breve a nuovi provvedimenti di sospensione. Dunque la situazione potrebbe cambiare già nei prossimi giorni.
Tornando al Perugino, sono stati certificati anche 50 medici che hanno ottenuto l’esonero dal vaccino per patologie. Su buona parte di questi sono scattati i controlli del Nas. 


Se la percentuale dei medici no vax è bassa, non così per il resto del personale sanitario: infermieri, oss e tecnici vari. Secondo il report di Umbria digitale aggiornato al 17 gennaio il personale di asl e aziende ospedaliere non aderente alla campagna vaccinale era di 464 unità (immunizzato il 96,5% del totale) mentre per tutti gli altri profili la cifra dei non vaccinati è i 711. Tutto al netto di esenzioni e guarigioni.
Stando a venerdì erano 404 i sanitari attualmente positivi, in calo rispetto agli oltre 500 segnalati la scorsa settimana nella conferenza stampa di aggiornamento della Regione.