Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Assisi, residenti tornano a chiedere autovelox lungo la strada provinciale 

Flavia Pagliochini
  • a
  • a
  • a

Che fine hanno fatto gli autovelox sulla strada provinciale 410? Dopo l'appello di luglio 2021, ai cittadini di Assisi era stato informalmente promesso che l’amministrazione avrebbe accolto le loro richieste. Promesse reiterate in campagna elettorale e all'indomani delle elezioni, quando la piccola frazione di Castelnuovo è riuscita a far eleggere un consigliere comunale di maggioranza, Isabella Fischi del Movimento 5 stelle e a confermare un assessore, Veronica Cavallucci. E proprio le due esponenti di maggioranza avevano promesso di interessarsi della vicenda, che solo ora ottiene una risposta: “In attesa che la pratica per mettere l’autovelox fisso termini il suo iter autorizzativo – ha spiegato il vice sindaco Valter Stoppini, che ha la delega alla viabilità - l’amministrazione ha disposto di rafforzare i controlli proprio per evitare che le auto oltrepassino i limiti di velocità imposti dal codice della strada e mettano in pericolo la sicurezza dei cittadini. A onor del vero con una certa sistematicità i controlli vengono effettuati da mesi lungo la strada 410, ora in attesa della risposta sulla possibilità di installare un autovelox fisso abbiamo deciso di incrementare la sorveglianza perché la sicurezza dei nostri cittadini è una delle nostre priorità su cui non lesiniamo risorse ed energie”.

 


Per i cittadini però non basta, visto che a oltre sette mesi dalla prima richiesta, gli autovelox non ci sono, né si sa se e quando verranno installati. E per questo i residenti in via dell’Arce e in via dell’Ose tornano a chiedere, come già fatto a luglio scorso, un ulteriore incremento dei controlli della velocità da parte delle forze dell’ordine poiché tali vie sono percorse molto sovente da veicoli che non rispettano il limite di velocità di 50 chilometri orari. Essendo queste vie della strada provinciale 410 all’interno di un centro abitato tali comportamenti sono ritenuti pericolosi per coloro che vi risiedono. 

 


Come detto, quindi, l’assessorato alla viabilità, in accordo con la polizia locale, fa sapere che si era mosso presso la Prefettura per chiedere il permesso all’installazione di una postazione con autovelox fisso. Questo tipo di apparecchiatura necessita di un’autorizzazione specifica che tiene conto di vari fattori, compreso l’indice di incidentalità. Gli uffici preposti – concludono dal Comune – stanno preparando l’istruttoria.