Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, 175 multe al giorno per violazioni stradali

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

Dopo un 2020 segnato dal lockdown imposto dalla pandemia, il 2021 è stato un anno nero sul fronte delle violazioni del codice della strada: le sanzioni sfiorano le 64 mila rispetto alle 46.792 del 2020, con una media di 175 multe al giorno. L’anno appena trascorso ha visto crescere intensamente l’attività della polizia locale, potenziato tra l’altro anche il servizio: gli operatori sono passati dai 114 di un anno fa ai 128 attuali. I numeri sono stati resi noti nel report fornito in occasione delle celebrazioni di San Sebastiano, patrono della polizia locale. Oltre alle violazioni del codice della strada altre voci sono cresciute nell’arco di 12 mesi: le auto rimosse sono passate da 454 a 568; le patenti e carte di circolazioni ritirate da 253 a 306; i veicoli sequestrati da 168 a 293 e i verbali per violazioni diverse dal codice della strada (commercio, pubblici esercizi, polizia amministrativa e altro ancora) passati da 361 a 489. In aumento anche gli incidenti stradali passati da 802 a 954. Le statistiche sugli incidenti segnalano che la causa principale è la violazione dell’art. 141 (velocità) con 299 casi, mentre l’età più soggetta resta quella tra 35 e 49 anni (531). In 623 casi su 954 i soggetti coinvolti sono risultati illesi, in 313 feriti, mentre i casi più gravi sono rispettivamente 10 (prognosi riservata) e 8 (mortali). Il mese più critico è stato dicembre con 115 incidenti, il giorno lunedì con 157 casi, l’orario quello delle 18 con 82 episodi.

 

Passando alla statistica delle violazioni al codice della strada, le più numerose si confermano le sanzioni relative all’art. 7 (regolamentazione della circolazione nei centri abitati) con oltre 41 mila casi, poi art. 142 (limiti di velocità) con 6.779. Entrando nel dettaglio dell’attività dell’ufficio di sicurezza urbana, emergono ben 1.117 fascicoli protocollati, con 58 accessi per controllo immobili occupati da soggetti dediti ad attività illecite, 21 controlli per incuria ed abbandono di aree pubbliche e private, 20 controlli per imbrattamenti e danneggiamenti. I soggetti identificati sono stati complessivamente 191. Per accattonaggio sono stati registrati 24 (26 i soggetti identificati), 32 per prostituzione stradale (55 soggetti identificati, 8 sanzionati), 5 casi di daspo urbano, 71 le notizie di reato, 14 le persone denunciate per guida sotto l’effetto di alcol e/o di sostanze stupefacenti, 573 le attività di polizia giudiziaria svolte per delega dell’autorità competente. Da segnalare anche l’attività svolta dal nuovo nucleo di decoro urbano di Fontivegge che in pochi mesi ha provveduto al controllo di 63 veicoli con conseguenti 42 violazioni al codice della strada, all’identificazione di 129 persone, con 9 sequestri amministrativi di droghe, a 9 accessi presso immobili e 12 notizie di reato, con 8 espulsioni ai sensi del Testo unico sull’immigrazione.

 

La comandante, Nicoletta Caponi, ha parlato durante le celebrazioni che si sono svolte in cattedrale e alla sala dei Notari di anno difficile e dell’importanza della coesione: “tutte le componenti del comparto sicurezza della città - ha detto - devono lavorare insieme per superare questo difficile momento”. Sinergia e unione sono stati anche i punti toccati dall’assessore comunale alla Sicurezza, Luca Merli, nel suo discorso: “L’amministrazione ha lavorato e sta ancora lavorando per mettere in condizione il Corpo di operare al meglio- sono state le parole dell’assessore - : ecco il motivo delle 18 assunzioni già operate e delle ulteriori 20 previste tra il 2022 e il 2024 nonché dell’acquisto di nuovi mezzi, attrezzature e dotazioni innovative, senza dimenticare il progetto del trasferimento della sede del Comando”.