Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, droga nascosta in casa. Arrestato dalla guardia di finanza un giovane marocchino

  • a
  • a
  • a

Ancora un duro colpo al mercato degli stupefacenti a Terni. L’operazione antidroga è stata eseguita durante il pomeriggio di martedì 18 gennaio in un'abitazione della zona di Campomicciolo, all'immediata periferia della città, dopo che i militari del Gruppo di Terni della Guardia di finanza avevano intercettato alcuni clienti di un presunto pusher che avevano appena acquistato droga. In casa, oltre all’uomo che aveva materialmente ceduto le dosi di droga, un ternano di 57 anni che ha tentato inutilmente di sfuggire al controllo, c'era pure un 32enne originario del Marocco (T.T. le sue iniziali) che è stato trovato in possesso, in totale, di oltre 34 grammi di eroina, alcune dosi di hashish e marijuana, pastiglie di Suboxone, farmaco destinato al trattamento della dipendenza da droga, e 130 euro in contanti.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori delle fiamme gialle, il 32enne, residente a Roma ma domiciliato a Terni presso l'amico italiano che lo ospitava, aveva dato incarico proprio a quest'ultimo di vendere le dosi di droga, gestendo di fatto il giro di spaccio che aveva molti clienti, come è emerso anche dagli appostamenti dei finanzieri. Il viavai di persone era continuo nei pressi dell'abitazione dove avveniva lo spaccio. Per il giovane di nazionalità marocchina è scattato così l'arresto in flagrante da parte delle fiamme gialle e su ordine della Procura della Repubblica di Terni che coordina le indagini sul caso.

Il 57enne è stato invece denunciato a piede libero. A seguito dell'udienza di convalida che si è tenuta nella giornata di mercoledì 19 gennaio di fronte al Tribunale di Terni, il giudice Chiara Mastracchio ha disposto per il 32enne la misura cautelare della custodia cautelare in carcere. L’uomo è assistito dall’avvocato Francesco Mattiangeli, del Foro di Terni. E’ probabile che il giovane nordafricano sarà giudicato nel corso dei prossimi giorni attraverso un rito alternativo.