Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, fuggono alla vista della polizia: multati ragazzini senza mascherine

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Un pomeriggio che per una decina di ragazzini perugini si è trasformato in incubo. Sono questi infatti a essere stati fermati dalla polizia locale mentre i loro amici se la sono data a gambe quando hanno visto arrivare gli agenti alla guida del comandante, Nicoletta Caponi.  Il fatto è accaduto nel pomeriggio di sabato. Gli agenti della polizia locale stavano effettuando i normali controlli del rispetto delle normative anti Covid e stavano percorrendo via XIV Settembre quando si sono fermati perché hanno visto un gruppo piuttosto numeroso di ragazzini tutti senza mascherina e assembrati. La scena dell’accaduto è una rivendita di tabacchi della zona. Quando i poliziotti si fermano, alcuni ragazzini scappano via verso il centro storico, senza il minimo rispetto per l’autorità si sottraggono pure al controllo. Ma alcuni altri, una decina, vengono fermati e identificati dai poliziotti. Secondo quanto emerso hanno tutti 12-13 anni. Poco più che ragazzini che sfidano le forze dell’ordine. Non ancora pienamente adolescenti che sabato pomeriggio di certo avranno avuto qualcosa da spiegare ai loro genitori. Che adesso si troveranno pure una bella multa da pagare.  Il mancato uso dei dispositivi di protezione infatti prevede una sanzione che arriva a 400 euro. Di certo non soldi pagati volentieri per la bravata di un ragazzino. 

 

 


E, sempre nella giornata di sabato, nel pomeriggio, poco dopo l’episodio di via XIV Settembre, agli agenti della polizia locale è stata segnalata la presenza di altrettanti giovanissimi, senza mascherine, assembrati, che ascoltavano musica e bevevano lungo via Marzia. In questo caso non sono stati identificati ed è possibile che si tratti, almeno in parte, degli stessi ragazzini che poco prima erano scappati via da via XIV Settembre. I controlli per il rispetto delle norme anticovid non si sono mai fermati e anzi, occupano quotidianamente tutte le forze dell’ordine della città e della provincia. Nei giorni scorsi sono stati migliaia i green pass verificati in locali, negozi, palestre, ma solo 4 sono stati sanzionati per green pass non valido. 

 


Per quanto riguarda invece le mascherine sono state sette le persone sanzionate nel corso dell’ultima settimana. Mentre infine, per quanto attiene ai titolari di attività sono stati multati in dieci per il mancato rispetto delle norme per il distanziamento e il controllo del green pass all’ingresso. Negli ultimi giorni inoltre nella provincia di Perugia sono state diverse le persone fermate ai posti di blocco e risultate invece positive e per questo obbligate a non abbandonare il proprio domicilio. Per loro sono scattate le denunce.