Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni: Sangemini-Amerino, al via la cassa integrazione a rotazione per i lavoratori

  • a
  • a
  • a

Cassa integrazione a rotazione di tre giorni al mese, per tutti i lavoratori della Sangemini ed Amerino, circa ottanta, a partire dalla prossima settimana che inizia il 17 gennaio 2022, con la motivazione ufficiale che questi mesi vengono considerati di bassa stagione. Poi, entro questo mese di gennaio parti sociali e management di Acque Minerali d’Italia, dovrebbero tornare ad incontrarsi.

A fine anno il Tribunale di Milano ha emesso il parere definitivo all’omologa del concordato, che schiarisce la situazione e da certezze al futuro del gruppo che controlla, in tutto il Paese, 27 fonti e 8 stabilimenti in cui lavorano oltre 300 dipendenti.

 

La proposta di concordato di Ami, che vede tra i suoi marchi anche i masterbrand Norda, Gaudianello e Sangemini, è stata sostenuta dal fondo italiano “Clessidra Restructuring Fund” e quello americano “Magnetar” che, tramite un intervento finanziario di oltre 50 milioni di euro, ne supporteranno il percorso di rilancio e sviluppo come nuovi azionisti insieme all'attuale proprietà.

Le sigle sindacali di Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil non abbassano la guardia e sostengono che sarà possibile dare giudizi soltanto dopo aver visionato il piano industriale e commerciale relativo a Sangemini ed Amerino un piano che dovrà dare prospettive di investimenti per la salvaguardia occupazionale e per un mantenimento e sviluppo dei marchi prodotti. Nel piano presentato al tribunale sono previsti, tra l’altro, 76 esuberi per i siti umbri e per Gaudianello, in Basilicata.

Non sono previsti licenziamenti collettivi, le uscite saranno volontarie, ma dovranno essere incentivate e pertanto il sindacato, ha chiesto al professore Antonio Paganini, amministratore delegato, di formulare una proposta.

 

Alla Sangemini ed Amerino le maestranze sono ridotte all’osso, già in precedenza sono state effettuate uscite e non è stata più riavviata la produzione a Sangemini Fruit.

Dall'avvio del concordato, nonostante anche il periodo pandemico, Acque Minerali d’Italia ha mantenuto la sua posizione di leadership nel mercato delle acque minerali, in particolare nei canali HoReCa (Hotellerie, Restaurant, Cafè) e Retail.

Il professore Paganini, in un incontro con le parti sociali ha annunciato che la bottiglia verde, uno dei simboli della Sangemini acque, tornerà in commercio.

Il sindacato lancia l’appello alle istituzioni perché vigilino sulla vertenza, è necessario fare chiarezza e ribadiscono che il percorso in piedi con il management aziendale è ancora da definire.