Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, insegnante picchiata a sangue mentre fa jogging a Guardea. Indagano i carabinieri

  • a
  • a
  • a

Un’insegnante di 47 anni è stata fermata, insultata e poi aggredita e picchiata da un uomo mentre stava facendo jogging. E’ successo domenica 9 gennaio 2022 nella zona di Guardea, in provincia di Terni, intorno alle 10 del mattino. Sono stati lunghi minuti di terrore e di dolore per la donna che aveva deciso di andare a fare un po’ di movimento per tenersi in forma percorrendo la strada che dal suo paese conduce alla frazione di Tenaglie.

 

A quanto raccontato poi ai carabinieri, un uomo, arrivato a piedi e a volto scoperto, l'ha avvicinata e ha iniziato a insultarla e minacciarla pesantemente. Poi – sempre secondo il suo racconto – le ha strappato di mano il telefono cellulare, per impedirle di dare l’allarme, ed ha iniziato a metterle le mani addosso, picchiandola e spingendola in mezzo ai rovi dove le ha stretto con forza le mani al collo. Poi anche minacce di ucciderla e giù botte, con pugni al volto.

L’insegnante è riuscita a divincolarsi e a fuggire, con l'aggressore che ha rinunciato a seguirla, evidentemente pago di averla colpita così pesantemente, e si è dileguato, facendo perdere le proprie tracce. Scossa e sanguinante, la donna ha fermato alcune persone di passaggio che hanno chiamato i carabinieri e gli operatori del 118.

 

Trasportata all'ospedale di Orvieto per le cure del caso, le sono stati diagnosticati una lesione della tiroide, escoriazioni, ferite ed ecchimosi varie per una prognosi di 30 giorni, salvo complicazioni. Le indagini sull'accaduto, stanti le gravi lesioni riportate, a quel punto sono partite d'ufficio e l'insegnante è stata sentita a stretto giro dai militari della Compagnia di Amelia che indagano sull'inquietante vicenda. Un lavoro, quello degli inquirenti, che procede con il massimo riserbo, con lo scopo di cristallizzare gli elementi in qualche modo già emersi, senza escludere collegamenti con l'ambito lavorativo della vittima.