Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Amelia, furto di best seller in Usa. Filippo Bernardini esce dal carcere e va a casa di un'amica

  • a
  • a
  • a

Si trova a casa di un'amica a New York, Filippo Bernardini, e ad Amelia i familiari e i conoscenti del papà Piero sono tutti più sollevati. Lo riportano siti americani specializzati in cronaca giudiziaria. Che aggiungono anche come la libertà su cauzione non sia stata immediata e scontata, ma frutto di un dibattito interno al procedimento in corso presso la U.S. District Court for the Southern District of New York.

Il ragazzo amerino, londinese da ormai qualche anno, affronterà il processo senza dover passare per il carcere preventivo, misura che è subito apparsa enorme in Italia per il carico di responsabilità che vengono imputate al giovane di 29 anni. Secondo l'accusa Filippo Bernardini avrebbe creato siti falsi e false identità telematiche per farsi consegnare in maniera fraudolenta alcuni libri ancora inediti da scrittori di fama internazionale. Il tutto senza estorcere un soldo, senza minacciare nessuno, senza procurare a sé alcun vantaggio se non quello di leggere un libro prima che andasse in stampa. Inoltre il giovane ha respinto le accuse davanti al giudice americano, dichiarandosi innocente. In tutto questo bailamme, che ha del surreale, ad Amelia ci si è meravigliati sia di un intervento di proporzioni enormi, con l'Fbi che arriva in aeroporto per mettere le manette al ragazzo di Amelia, sia dell'alto livello di preparazione in fatto di letteratura e di editoria che Filippo ha dimostrato di possedere e di aver maturato da quando ha scelto Londra come sua sede.

Si è scoperto che Filippo conosce ad altissimo livello molte lingue, tra cui il cinese, che conosce le dinamiche del mondo dell'editoria come pochi al mondo, e che padroneggia competenze informatiche (qualora sia vera l'attività illecita di cui è accusato) da 007. Nei prossimi giorni le indagini andranno avanti e si conoscerà meglio il quadro accusatorio. Filippo Bernardini (nella foto) rischia fino a 20 anni di carcere in Usa.