Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, era in quarantena ma andava in giro con la ragazza. Fermato e denunciato

  • a
  • a
  • a

Nel cuore della notte guidava l'auto ad alta velocità nella zona di Corciano, nel territorio di Perugia. Avrebbe dovuto essere in quarantena, invece se ne andava in giro come se niente fosse. Sono stati gli agenti della Polizia di Stato a denunciare un 23enne, dichiarato positivo al Covid 19, ma incurante delle restrizioni. I poliziotti lo hanno fermato per un controllo ed è emerso che doveva essere chiuso in casa, invece di correre in auto. Il giovane ha cercato di giustificarsi. Ha sostenuto che era legittimato a uscire di casa, visto che ormai i sintomi della malattia erano scomparsi.

In auto, tra l'altro, non era solo. Con lui una minorenne che poi è stata subito affidata alla madre, informata del contatto stretto della figlia con una persona positiva al Covid. Naturalmente il 23enne è stato denunciato per aver violato le normative anti Covid e ne dovrà rispondere con le sanzioni previste. E' stato anche multato per l'eccesso di velocità, visto che quando i poliziotti l'hanno fermato, aveva palesemente superato i limiti. La vettura non è stata sottoposta al sequestro amministrativo.  

Purtroppo continuano a essere molte le violazioni della quarantena, nonostante i controlli sempre più intensi delle forze dell'ordine. Molti cittadini non hanno ancora compreso, ma soprattutto fanno finta di non aver capito, che fino a quando non vengono giudicati negativi, non possono lasciare la propria abitazione, nonostante abbiano superato la malattia oppure siano stati sempre asintomatici. Violare le restrizioni significa far correre rischi alle persone con cui si viene a contatto e tra l'altro se si viene scoperti le sanzioni non sono leggere. Nei prossimi giorni i controlli diventeranno ancora più stringenti, visto che scatterà l'obbligo di vaccino per gli ove 50. Quelli che verranno trovati nei posti di lavoro non in regola con il super green pass, saranno sanzionati. La multa può arrivare fino a 1.500 euro.