Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, si finge soldato e spilla 10 mila euro a un'ottantenne

  • a
  • a
  • a

Le diceva che quei soldi gli servivano o per poter rientrare in patria, o anche per vivere all’estero. Una volta, quando le ha chiesto 3.850 euro ha sostenuto che gli sarebbero serviti per pagare una tangente ai confini dell’Italia per poterle recapitare una scatola contenente una somma ingente di denaro. L’anziana di circa 80 anni, solo dopo qualche mese di contatti e purtroppo 10 mila euro di soldi versati al truffatore si è decisa ad andare a sporgere denuncia avendo capito di essere stata vittima di una truffa.

 

Prima di capire che non c’era nessun soldato in Siria che si era innamorato di lei è arrivata a vendere pure i mobili di casa e oggetti preziosi. Per fare cassa e spedire il denaro al bel soldato. Secondo quanto rende noto la compagnia dei carabinieri di Perugia, tra i due ci sarebbero stati anche scambi di messaggi contenenti foto intime. Questa particolare truffa si chiama “romantic scam”, ossia truffa romantica. Il fenomeno, che si sta diffondendo molto velocemente, consiste nell’adescare nel web donne o uomini, preferibilmente soli, spesso anziani, particolarmente vulnerabili. Il presunto truffatore, fingendosi un soldato in teatro di guerra, convince la vittima di essersi innamorato della stessa e una volta avuta la sua fiducia, si farebbe accreditare somme di denaro, dicendo che i soldi serviranno per poter rientrare in patria o per stare all’estero.

 

 

Dopo alcuni mesi di indagini i carabinieri di Perugia hanno denunciato un 25enne italiano a cui era intestato uno dei conti a cui la donna faceva i bonifici. Un altro è a nome di uno straniero su cui procedono gli accertamenti.