Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Natività di Casacastalda, visita a sorpresa dei principi del Belgio: Isabella Orsini e suo marito

Salvatore Zenobi
  • a
  • a
  • a

La Natività più grande del mondo di Casacastalda colpisce la principessa Isabella Orsini e suo marito, il principe belga Edouard Lamoral de Ligne de Tremoille. A spasso per la sua Umbria, l'attrice-principessa Isabella Orsini in compagnia del consorte, appartenente a una delle famiglie più blasonate d'Europa, e dei loro figli ha fatto tappa nella frazione di Valfabbrica dove ha potuto ammirare l’installazione realizzata per la prima volta quest’anno. Si tratta dell’installazione artistica della Natività su disegno stilizzato dell’artista messicano Rafel Bustillos.  

 

 

L’immagine, visibile dal Belvedere del paese fino al 6 gennaio, è disegnata mediante luci a led per un’estensione di 700 metri sul fianco di un’ampia collina.
Proprio accanto al monumento dedicato ai motociclisti del Dolmen, accompagnati dal presidente della pro loco Maurizio Rossi, la principessa Orsini e la sua famiglia hanno potuto ammirare la Natività e rimanerne decisamente colpiti. La realizzazione del progetto infatti ha coinvolto non solo Pro loco e amministrazione comunale, ma tutti i cittadini della frazione che si sono impegnati per rendere reale questo grande progetto.

 

 

“Tra gli intenti degli organizzatori di questa prima edizione c’è quello di incaricare ogni anno un artista diverso bandendo un concorso a quanti vorranno proporre la loro opera”, spiega lo stesso presidente Maurizio Rossi che aggiunge come il bando disegnalanatività sia disponibile sul sito internet procasacastalda.it. 

 

 

“L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Valfabbrica, è frutto di un'attività di studio e di pianificazione strategica che consiste nello sviluppare anche per il futuro il progetto Natività con finalità di marketing territoriale”, aggiunge Rossi. Il presidente della Pro loco di Casacastalda aggiunge: “La piccola ma dinamica frazione di Valfabbrica si è data il compito di mettere in campo l'insieme degli strumenti e delle strategie comuni ai fini promozionali turistici, nell’intento di definire e guidare il rilancio e la crescita del territorio, tenendo conto delle sue specifiche caratteristiche”.