Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni: dal Pnrr 18 milioni per completare teatro Verdi, Cardeto e altri progetti del territorio

  • a
  • a
  • a

 L’ultimo giorno del 2021 è arrivato l’ok del governo alla delibera con la quale vengono finanziati i progetti, presentati lo scorso giugno, per nove opere pubbliche, che saranno realizzate dal Comune di Terni grazie a quasi 18 milioni di euro provenienti dal Pnrr e, segnatamente, dai fondi per la rigenerazione urbana.

Lo ha reso noto il 2 gennaio 2022 Palazzo Spada, attraverso l’assessore ai lavori pubblici e vice sindaco, Benedetta Salvati, che ha annunciato, trionfante, l’accoglimento delle richieste per “progetti che s’inquadrano in una visione di città che abbiamo condiviso fin dall’inizio del nostro mandato – ha detto l’assessore – una città da riqualificare dal centro alle periferie, una città che punta sulla vivibilità di aree bellissime e fin troppo trascurate finora”.

 

“Stiamo parlando di opere fondamentali – ha continuato la vice sindaco – in alcuni casi con il completamento - atteso da tutti i ternani - di interventi che possiamo definire storici, primo fra tutti il teatro Verdi”.

Venendo nel dettaglio, dei 18 milioni complessivi ben 10 saranno a disposizione proprio per il completamento del Verdi (previsto per l’annualità 2023), specificatamente il secondo stralcio del progetto risultato vincitore del bando europeo. Un milione e mezzo di euro (sempre nel 2023) saranno invece a disposizione del camposcuola Casagrande, da anni degradato e per il quale non era stato concesso solo per mancanza di fondi (destinati al sud) il progetto dell’Athletic Terni presentato al bando di Sport e Periferie. Ancora, sarà subito disponibile un milione di euro per il restyling dei giardini pubblici della Passeggiata, mentre altri due milioni saranno utilizzabili per risistemare i playground nelle zone periferiche della città (sempre in questo 2022).

 

Nuovamente nell’anno appena iniziato saranno stanziati 600 mila euro per il completamento della palazzina interna al parco pubblico di Cardeto, un milione e mezzo servirà invece a sistemare l’ex chiesa del Carmine, sempre alla Passeggiata. Per la pista ciclabile via Bramante-Borgo Rivo sono finanziabili nel 2022 682 mila euro. L’anno prossimo, invece, si potrà utilizzare mezzo milione di euro per rimettere in sesto – e magari aprire – la casa delle musiche, così come 200 mila permetteranno di rimettere in sesto la sala Montesi di Marmore.

“I finanziamenti ottenuti da Terni, nel loro complesso, sono i maggiori ottenuti in Umbria da un singolo ente locale – conclude Benedetta Salvati – e inoltre vorrei sottolineare come tutti i progetti che abbiamo presentato siano stati ammessi”.