Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Capodanno, previsti più controlli anti assembramento: i piani a Perugia e Terni

  • a
  • a
  • a

Rafforzamento in tutta l'Umbria del controllo del territorio garantito dalle due prefetture di Perugia e Terni grazie a un coordinamento delle forze dell’ordine messe in campo al massimo delle loro potenzialità per garantire un Capodanno quanto più sereno possibile e soprattutto all’insegna del rispetto delle normative e delle restrizioni imposte dal decreto Draghi del 24 dicembre. Entrambe le prefetture hanno infatti coordinato piani specifici in base alle prerogative dei territori di pertinenza che si basano su tre direttrici essenziali: prevenzione, controllo e tempestività di intervento ribadite anche dall’ordinanza emanata giovedì 29 dicembre dal Viminale e arrivata sui tavoli dei prefetti. Nella circolare si ribadisce il no alle feste di piazza, ai concerti all’aperto e agli assembramenti
 

 

PERUGIA Le direttive ricevute dal Viminale fanno riferimento al decreto del 24 dicembre con le applicazioni previste in tema di prevenzione e presidio per garantire il rispetto delle norme di carattere sanitario contemplate per fronteggiare la nuova ondata pandemica - ha spiegato il prefetto di Perugia, Armando Gradone - perciò tutto è già stato predisposto; ora stiamo rafforzando le misure in vista del Capodanno”. Da qui il prefetto Gradone individua due modalità principali: “Stiamo perfezionando il coordinamento in modo tale che si evitino sovrapposizioni di intervento delle forze dell'ordine e si arrivi a una più efficiente e logica ripartizione; l’altro aspetto è un maggior orientamento verso gli obiettivi che, nel caso del Capodanno, sono diretti a potenziare i controlli nei luoghi di possibili assembramenti all’aperto o al chiuso”. Da considerare, inoltre, che i diversi Comuni hanno già provveduto a limitare o annullare del tutto eventi e possibili situazioni critiche. Per il prefetto Gradone la parola da tenere a mente in questo Capodanno è prudenza: “Prima ancora che ai cittadini - ha commentato - lo dico a me stesso e ai miei familiari”. 
 

 

TERNI Da Perugia a Terni. “E’ stato messo a punto un dispositivo di controllo straordinario del territorio per garantire la sicurezza dei cittadini a 360 gradi”. Così il questore Bruno Failla, a proposito dei servizi di vigilanza interforze predisposti per il Capodanno. “Il potenziamento di mezzi e personale sul territorio - osserva - si è reso ancora più necessario a seguito dell’evento televisivo che stasera si svolgerà in diretta dalle Acciaierie”. L’organizzazione delle attività di controllo è stata demandata al questore sulla base delle indicazioni emerse nei giorni scorsi dal comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto, Emilio Dario Sensi. “Da parte nostra - spiega la dottoressa Lucia Raffaela Palma, dirigente dell’area Ordine, sicurezza pubblica e tutela della legalità della Prefettura di Terni - ci sarà la massima attenzione. E’ previsto un potenziamento delle pattuglie delle forze dell’ordine su tutto il territorio provinciale, ma con particolare riguardo alla zona di viale Brin dove ci sarà il Capodanno Rai che richiamerà oltre un migliaio di persone tra pubblico, artisti e tecnici. Il piano di servizi straordinari riguarderà tanto la prevenzione dei reati che il monitoraggio degli assembramenti per ridurre il rischio di contagi tra la popolazione”.