Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, addetto antitaccheggio arrestato per furto di 570 euro nella profumeria in cui presta servizio

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Un perugino di 45 anni è stato arrestato con l’accusa di aver rubato 570 euro dal portafogli del titolare della profumeria per cui, stando a quanto emerso, stava svolgendo il servizio di antitaccheggio. Ieri c’è stata la convalida al tribunale di Perugia. I fatti si sono svolti a Ponte San Giovanni alla vigilia di Natale, intorno alle 18. Ad intervenire, su chiamata del proprietario della profumeria, sono stati i carabinieri della caserma ponteggiana, diretti dal comandante Mirko Fringuello. Al momento del loro arrivo, stando a quanto riferito in sede di convalida, il 45enne si trovava chiuso all’interno del bagno.

E’ stato lo stesso titolare dell’attività ad accorgersi che i soldi erano spariti dal portafoglio. Da qui la chiamata agli uomini dell’Arma. L’intervento dei carabinieri è stato a colpo sicuro con l’arresto per furto dopo la perquisizione. Lo stesso giudice ha convalidato l’arresto. Il denaro è stato restituito al proprietario del negozio. Stando a quanto confermato dalle forze dell’ordine l’uomo, separato, si sarebbe giustificato dicendo che i soldi servivano per fare il regalo di Natale ai figli. Il suo avvocato, Alessandro Cicchi, contattato dal Corriere dell’Umbria, non ha voluto rilasciare dichiarazioni.