Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni: tamponi all'Usl in via Bramante, file di ore. Lunghe attese per gli appuntamenti in farmacia

  • a
  • a
  • a

Arriva il pranzo di Natale e il numero dei tamponi s’impenna a ritmo esponenziale. Usl Umbria 2 e farmacie sono sotto pressione per l’oggettivo aumento dei contagi, ma anche per chi vuole passare le feste in famiglia in sicurezza. Le richieste sono in continua crescita tanto che si arriva ad aspettare fino a cinque giorni per il primo appuntamento utile.

“In questa settimana - spiega Stefano Monicchi, segretario di Federfarma Umbria - abbiamo registrato a Terni e provincia un incremento del 20 per cento rispetto alla precedente. Nella mia farmacia facciamo più di cento tamponi antigenici al giorno con una media di uno ogni cinque minuti. Ma in un festivo, quando eravamo di turno, siamo arrivati a 147. E il 20 dicembre 2021 in provincia sono stati eseguiti 4 mila test rapidi. Fare fronte a queste richieste con il personale che abbiamo - osserva - diventa ogni giorno più difficile”.

 

Vanno a ruba anche i test fai da te. “Ce li chiedono - dice Monicchi - per tenerli a casa quando c’è una cena con amici e parenti. E la domanda è talmente cresciuta che ormai sono spariti dagli scaffali. Il problema di questi autotest non è tanto l’affidabilità quanto la capacità di chi li esegue che non ha un’adeguata formazione al riguardo”.

Il boom di tamponi è confermato anche dal presidente dell’Ordine dei farmacisti, Andrea Carducci. “Con i test obbligatori in aggiunta al vaccino per assistere agli eventi - osserva - non poteva essere altrimenti. E’ una situazione nuova a cui dobbiamo fare fronte”.

Disagi anche all’Usl per i tamponi molecolari. A peggiorare la situazione un guasto alla rete informatica che la mattina di mercoledì 22 dicembre 2021 ha mandato in tilt il sistema per qualche ora, aumentando i tempi di attesa. Le file sono sempre più lunghe tanto che la polizia locale spesso deve intervenire per regolare il traffico.

 

A causa dell'aumento della curva dei contagi sono state intensificate le attività nella postazione drive through di viale Bramante dove, sin dalle prime ore del mattino, sono al lavoro i sanitari del distretto di Terni dell'Azienda Usl Umbria 2. Ieri hanno eseguito 600 tamponi, il triplo rispetto a solo due settimane fa.

Nella giornata di martedì 21 dicembre 2021 sono stati 830 i vaccini somministrati invece al punto vaccinale territoriale Casagrande, in piazzale Bosco, con un significativo numero di prime dosi: 759 gli assistiti prenotati che hanno ricevuto 333 dosi di vaccino Moderna e 426 vaccini Pfizer, 71 gli accessi diretti con 26 prime dosi, otto seconde dosi e 37 terze dosi. Da ieri sera, grazie alla collaborazione tra Regione Umbria e Croce rossa italiana comitato regionale Umbria, è iniziata anche la somministrazione in orario serale del vaccino Moderna dalle 21 alle 24.

Sempre martedì, sul versante delle vaccinazioni pediatriche, 40 bambini tra i 5 e gli 11 anni hanno ricevuto, nella sede centrale di viale Bramante, la prima dose- E sono stati accolti dai pediatri del distretto di Terni, dai sanitari del Servizio di igiene e sanità pubblica e, in un clima di festa, da Alessandro Rossi, presidente dell'associazione I Pagliacci che ha allietato i bambini con uno spettacolo. In tutta la città sono attive, per la vaccinazione pediatrica, tre postazioni: sede di viale Bramante, centro di salute Tacito in via Annio Floriano e centro di salute Colleluna in via del Modiolo.