Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni: incidente in via Alfonsine, ubriaco e drogato uno dei conducenti delle auto coinvolte

Giorgio Palenga
  • a
  • a
  • a

Uno schianto tremendo, dovuto alla alta velocità di una delle due macchine, probabilmente quella che ha invaso la corsia opposta, visto che chi procedeva nell’altro senso, in direzione via Di Vittorio, percorreva il tratto di strada dove è acceso h24 un autovelox, con tanto di rilevazione luminosa della velocità. Un vero e proprio deterrente per gli amanti della guida veloce, attivo ormai da anni e quindi conosciuto da chi percorre quella lingua d’asfalto.

Comunque siano andate le cose – e sarà l’autorità giudiziaria a chiarirlo, sulla scorta dei rilievi compiuti dalla polizia locale di Terni, visto che ci sono in mezzo eventuali responsabilità anche di natura penale – di certo c’è che il conducente di una delle due macchine che si sono scontrate frontalmente sul cavalcavia di via Alfonsine, a Terni, nella tarda serata di domenica 19 dicembre 2021, si era messo alla guida dopo aver bevuto alcol e aver assunto sostanze stupefacenti.

 

Questo, almeno, quanto emerso dai test cui è stato sottoposto al momento del ricovero in ospedale. Si tratta di un 27enne, di origine rumena, che era alla guida di una Golf grigia che, secondo una prima ricostruzione, avrebbe invaso la corsia opposta schiantandosi contro un’altra Golf, di colore nero, a bordo della quale c’erano un 24enne della provincia di Terni insieme a un’amica di 22 anni.

Il bilancio è pesante: il 27enne è stato ricoverato in condizioni molto gravi all’ospedale Santa Maria, dove nella notte è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. “E’ ricoverato in terapia intensiva, le condizioni sono stabili”, ha fatto sapere la stessa azienda ospedaliera ieri. Trattenuti in ospedale per accertamenti, ma in condizioni tutto sommato non preoccupanti, anche gli altri due ragazzi. Cui è andata veramente bene, visto come è ridotta la loro macchina.

 

Per il 27enne scatterà il deferimento per guida in stato di alterazione psicofisica, stante i risultati dei test, mentre il conducente della Golf investita sarà indagato per lesioni colpose gravissime, ma si tratta di un atto dovuto. Se, come sembra, la prima ricostruzione sarà confermata, la sua posizione sarà automaticamente archiviata. Sul posto, domenica notte, sono intervenuti gli uomini della polizia locale, per i rilievi, agenti della Volante, per deviare il traffico, oltre al 118 e ai vigili del fuoco.

La zona dove è avvenuto lo scontro, attigua ai due centri commerciali Cospea e Cospea 2, non è purtroppo nuova ad incidenti. Due anni fa, a poche centinaia di metri, in via Villafranca, era stato investito e ucciso un anziano ex pugile che stava attraversando la strada sulle strisce pedonali.