Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, lo shopping di Natale non decolla: “Speriamo negli acquisti dell'ultima ora”

Gabriele Burini
  • a
  • a
  • a

L’ultimo weekend di shopping prima di Natale si apre nell’incertezza. L’impennata di contagi a livello regionale e nazionale sta incutendo un po’ di timore nei cittadini ad uscire di casa per fare acquisti. Ad aiutare ciò c’è anche la possibilità di poter fare gli ultimi doni tramite gli store online. E così, nel centro storico di Perugia il clima che si respira non è dei migliori.

 


“Fino ad ora la situazione non è stata rosea nei negozi - dice Paolo Mariotti, presidente dell’associazione commercianti Perusia Futura - La speranza è che la gente si muova nell’ultima settimana, forte anche delle tredicesime che sono in arrivo. Certo, la paura del contagio sta aumentando. Noi condividiamo l’appello della Regione a evitare i luoghi affollati al chiuso e invitiamo la gente a fare gli ultimi acquisti in centro. Rispetto allo scorso anno, i centri commerciali sono aperti, c’è stato l’aumento dei costi e le scadenze fiscali da rispettare. Sono tutti aspetti che hanno influito nel blocco, assieme agli acquisti online. In molti, infatti, hanno comprato i regali già con il black friday. Ma ripeto, speriamo nell’acquisto dell’ultimo momento. Affrontiamo questa settimana e poi faremo i conti”.

 


Il concetto viene ripreso anche da Sergio Mercuri, presidente di Confcommercio Perugia e del consorzio Perugia in Centro. “Dagli ultimi riscontri che abbiamo avuto possiamo dire che il momento non è bello. Non c’è gente che frequenta la città e sicuramente l’e-commerce sta facendo la sua parte, per noi ovviamente in negativo - osserva - Dobbiamo sperare in un’ultima settimana di corsa agli acquisti, magari anche con un miglioramento delle temperature che di certo non stanno aiutando. Ma è un po’ tutto il clima ad essere negativo. Ci sono ristoranti che si stanno vedendo annullare le prenotazioni per i pranzi di Natale, alberghi che ricevono disdette in continuazione. Anche i mercatini, sia quelli lungo le vie di corso Vannucci che quelli alla rocca Paolina, non sono presi d’assalto. Speriamo bene”. Giuliano Granocchia, presidente di Confesercenti Umbria, sottolinea come le sensazioni fossero “più positive una decina di giorni fa. Registriamo un trend in calo. Anche noi dobbiamo sperare che ci sia un andamento positivo negli ultimi giorni prima della festività”.