Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, violate le norme anti Covid: polizia locale chiude centro massaggi cinese

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Un centro massaggi cinese in via Mario Angeloni è stato chiuso e sanzionato per il mancato rispetto delle norme anti Covid. L'ufficio di polizia commerciale e il nucleo decentrato di Fontivegge della polizia locale hanno chiuso l’attività condotta da cittadini cinesi per “violazione delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid”, recita il cartello affisso sulla vetrata sotto la serranda. Non c’erano i disinfettanti, non c' erano le indicazioni per i clienti sulle norme da rispettare, secondo gli agenti. La chiusura, della durata di cinque giorni, ha decorrenza dal 15 dicembre.

E’ stata anche comminata una multa di 400 euro. L’accertamento è nato su un controllo relativo alla richiesta di residenza di una delle socie dell’attività, stando a quanto ricostruito. L’appartamento si trova nella stessa palazzina del centro massaggi. I poliziotti hanno verificato la coincidenza tra residenza e domicilio. Poi sono tornati in borghese nel centro massaggi e lì è scattata la segnalazione. Sono intervenuti anche i tecnici dell’Usl Umbria 1.

Da qui il provvedimento sanzionatorio. Intanto dai controlli effettuati da tutte le forze dell’ordine nel territorio provinciale, su 1.726 persone controllate il 15 dicembre sul fronte green pass non ci sono state violazioni. Una multa è invece arrivata per il mancato utilizzo della mascherina in un luogo al chiuso. Si tratta di una donna denunciata anche per resistenza a pubblico ufficiale che non indossava il dispositivo in un locale del centro. E’ stato anche sanzionato un esercizio commerciale su 371 controllati.