Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, furto al centro ortopedico: coppia di ladri patteggia quattro mesi di reclusione

Esplora:
In tribunale

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Il furto in un centro ortopedico commesso a Perugia l’ottobre scorso ha fatto scattare prima l’arresto e poi il processo in tribunale per un coppia di presunti ladri. Ieri nei confronti del 41enne e della compagna 33enne è arrivato il patteggiamento. Sulle loro spalle c’erano sentenze passate in giudicato per reati anche contro il patrimonio che hanno portato a un patteggiamento allargato, in continuazione, per una pena di quattro mesi di reclusione e 200 euro di multa.

La scelta processuale dell’avvocato Luisa Manini - che assisteva entrambi e ha poi rinunciato a difendere la donna - è stata proprio quella di riunire procedimenti e sentenze. Il 27 ottobre scorso l’imputata, è riportato nel capo di imputazione, si è recata all’interno di un’azienda ortopedica di San Sisto e si è introdotta “nel locale adibito a ufficio riservato ai titolari e ai dipendenti, e precluso al pubblico”, secondo la ricostruzione dell’accusa “approfittando della circostanza che i due soci dell’attività si trovavano in un ambiente diverso”. Lì, sempre secondo gli atti processuali ,si sarebbe “impossessata di un borsello, contenente la somma di 6.340 euro e vari assegni e tessere bancomat, dandosi alla fuga assieme all’uomo”, considerato “istigatore nonché palo”. E’ stato contestato il concorso di reato. Il pm titolare del fascicolo è Giuseppe Petrazzini, giudice Francesco Loschi.

La donna è stata arrestata poco dopo il furto dagli agenti della questura di Perugia, allertati dagli stessi titolari. Uno di questi si è accorto del furto del borsello con dentro il denaro e ha iniziato a correre dietro alla 33enne. Di seguito l’intervento degli agenti e i domiciliari per una - ieri revocati - mentre il 41enne  è stato subito rimesso a piede libero. Stando a quanto emerso in tribunale ci sarebbe stata anche la dipendenza da sostanze stupefacenti da parte di uno dei due dietro al colpo nel centro ortopedico. Anche in questo caso non mancano precedenti specifici.