Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, approvato il Documento economico e finanziario della Regione

  • a
  • a
  • a

“Il nostro Defr mette al centro l’impresa e mira a creare lavoro con l’obiettivo di consolidare e rendere strutturale la ripresa dell’Umbria”: a parlare è la governatrice Donatella Tesei che ieri mattina, in consiglio regionale, ha illustrato il Documento economico e finanziario regionale che fissa gli obiettivi strategici per il triennio 2022-2024. Interventi che saranno sempre più concentrati e meno ripartiti a pioggia, ha specificato il relatore di maggioranza, Daniele Nicchi, con misure di defiscalizzazione per l’incremento del numero di occupati, in particolare del manifatturiero. E alla consigliera di minoranza, Donatella Porzi (Pd) che ha definito il Defr come “un documento pieno di principi da cui mancano azioni concrete” e parlato di “continuità con il passato”, la presidente Tesei ha replicato stizzita: “Non dite che abbiamo messo in campo i vostri progetti, la Fcu è stata distrutta e non c’erano collegamenti veloci. Sulla ricostruzione sono stati fatti passi in avanti notevoli”.

 

 

 

Per quanto riguarda il Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza) Tesei traccia un bilancio “momentaneo” e parla di circa un miliardo e mezzo di risorse che l’Umbria si è già aggiudicata: 70 milioni di investimenti per la cittadella giudiziaria, 167 milioni per il rifacimento della Fcu Sansepolcro-Terni che nel futuro proseguirà per Rieti-L’Aquila-Sulmona, 510 milioni per l’alta velocità regionale Roma-Ancona che attraverserà l’Umbria, il completamento della Quadrilatero, il completamento della Due Mari Fano-Grosseto, 80 milioni per le periferie delle maggiori città umbre, 22,5 milioni del Cis (Contratto istituzionale di sviluppo) che finanzieranno progetti territoriali, 20 milioni per il tratto umbro nella nuova ciclopedonale Argentario-Civitanova, 234 milioni per l’edilizia scolastica, il fondo per lo sviluppo infrastrutturale ed economico del cratere del sisma tramite cui, per esempio, sarà realizzata la Tre Valli, 108 milioni per la realizzazione della nuova sanità regionale e 87 per la mobilità urbana di Perugia. “Abbiamo ancora notevoli capacità di crescita - ha evidenziato Tesei - Sulla natalità delle imprese siamo già ai livelli pre Covid. Dobbiamo trasformare questo rimbalzo in una inversione di tendenza per recuperare 20 anni negativi dell’Umbria”.

 

 

 

L’assemblea legislativa ha approvato il Defr con 12 voti favorevoli di Lega, FdI, FI, Tesei presidente, e 8 contrari di Pd, M5S, Patto Civico, Gruppo Misto