Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, il bus arriva in ritardo. Gli studenti aspettano al freddo lungo la strada

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Ancora disagi per gli studenti che utilizzano il trasporto pubblico da Terni a Todi per raggiungere l'istituto agrario Ciuffelli. Sabato 11 dicembre, alle 7, una ventina di studenti, come ogni mattina, hanno aspettato il bus in piazza della Rivoluzione Francese, ma stavolta il mezzo è arrivato con 40 minuti di ritardo. Il motivo, secondo quanto raccontato da alcuni genitori, è legato a un guasto. Purtroppo non è un episodio sporadico perché da settembre spesso è accaduto che i bus abbiano avuto dei guasti.

“I mezzi di trasporto utilizzati - spiega uno dei genitori dei ragazzi - hanno una media di 15 anni e milioni di chilometri. La preoccupazione è l'affidabilità del bus, ma ancora di più la sicurezza”. Ma torniamo a quello che è accaduto sabato 11 dicembre. “Mio figlio come gli altri ragazzi che frequentano l'istituto agrario - continua il genitore - stava aspettando l'autobus delle 7, ma non vedendolo arrivare mi ha telefonato dicendo che non era passato. A quel punto mi sono subito attivato chiamando l'ufficio informazioni che non sapeva darmi una spiegazione. Nel frattempo alle 7 e 40 il pullman è arrivato comunicando che c'era stato un guasto”.

Gli studenti hanno raggiunto l'istituto agrario con quasi un'ora di ritardo perdendo buona parte della prima ora di lezione. Fin dall'inizio dell'anno scolastico si sono verificati fatti simili. Per questo motivo i genitori sono arrabbiati e chiedono mezzi più nuovi che siano affidabili e sicuri, sottolineando che l'abbonamento annuale è di 480 euro. “Abbiamo iniziato il secondo giorno di scuola - ricorda il genitore - con i disservizi del trasporto pubblico in quanto il bus si è rotto. Un'altra volta bisogna ringraziare l'autista che vedendo che il mezzo non andava bene, poco prima della galleria di San Gemini, con il timore che si potesse fermare, è uscito a San Gemini nord percorrendo la strada vecchia che passa per Acquasparta fino a Todi. Questa deviazione è stata importante perché il timore dell'autista era quello che il mezzo si potesse fermare sotto la galleria. Un autista che ha pensato alla sicurezza dei ragazzi. E questo è da ammirare. Anche il riscaldamento è un altro neo dei bus perchè spesso non funziona”. E' stato informato di queste problematiche l’assessore regionale ai Trasporti, Enrico Melasecche, e i genitori degli studenti ternani si augurano che intervenga quanto prima.