Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, da fine mese al via i vaccini ai 5-11enni: lunedì summit con i pediatri

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

Inizieranno “alla fine del mese” le somministrazioni di vaccino ai bambini di età compresa tra 5 e 11 anni. Lo ha annunciato ieri l’assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto, in una nota, spiegando che “l’arrivo dei vaccini per i bambini è previsto per il 22 di dicembre”. E’ lo stesso Coletto a spiegare che “in Umbria e si organizzeranno degli hub vaccinali pediatrici in modo da separare i luoghi in cui si vaccinano i bambini, dai punti vaccinali per adulti”. Per mettere su tutta l’organizzazione è stato convocato per lunedì il comitato pediatrico. Il dottor Michele Mencacci, vice presidente regionale della Società italiana di pediatria e segretario provinciale di Perugia della Federazione italiana medici pediatri spiega: “Lunedì potremo individuare delle modalità operative. Al momento si parla di hub dedicati, oppure di orari dedicati ai più piccoli negli hub vaccinali già esistenti, magari con una alternanza o compresenza di medici vaccinatori e di pediatri. Noi, nei nostri ambulatori abbiamo iniziato e stiamo portando avanti la vaccinazione antinfluenzale, ma la somministrazione Covid è difficilmente ipotizzabile nei nostri studi visto che da una stessa fiala andranno ricavare dieci dosi. Sarebbe praticamente impossibile”. I pediatri in Umbria sono 125 e sono pronti a dare il loro contributo per la campagna di immunizzazione dei più piccoli.

 

 

“Credo - aggiunge Mencacci - che potremmo renderci utili anche perché le famiglie potrebbero essere rasserenate dalla nostra presenza al momento della somministrazione. E ovviamente anche per eventuali reazioni avverse, che comunque al momento non si sono verificate nei bambini già vaccinati in America”. E sulla decisione di vaccinare i più piccoli, il dottor Mencacci aggiunge: “C’è un documento unitario delle associazioni pediatriche, non solo nell'interesse della comunità, ma anche e soprattutto nella protezione per i singoli bambini da forme gravi di Covid, essendo indiscusso il rapporto tra rischi e benefici. In scienza e coscienza mi sento di consigliarlo. Io vaccinerò mio figlio di 5 anni”. Nell’ultima settimana in Umbria, la maggiore crescita di positivi si è avuta proprio tra i ragazzini di età compresa tra sei e 13 anni. Al momento in Umbria sono stati 5.100 i bambini tra 5 e 11 anni ad essersi infettati. In tutto la platea dei potenziali vaccinabili è di 51 mila bambini.

 

 

“Procederemo con le prenotazioni anche per i bambini - spiega il commissario all’emergenza Covid dell’Umbria, Massimo D’Angelo - ancor più per i piccoli dobbiamo creare percorsi separati”. In Toscana da oggi sarà possibile prenotare con prime somministrazioni dal 16 dicembre. “La società italiana di pediatria – dice Coletto – ha reso noto che i pediatri stanno vedendo crescere nei reparti forme di Covid severo nei bambini, con il rischio di long Covid. Non bisogna quindi, aver timore di vaccinare i propri figli”.