Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, spaccata vetrata alla sede Acli: la polizia denuncia un uomo

Esplora:

  • a
  • a
  • a

E’ stato identificato e denunciato il responsabile del danneggiamento della porta d’ingresso del circolo Acli Pennaricci di corso Garibaldi. Martedì pomeriggio era stato l’avvocato dell’associazione Michele Maria Gambini a dare notizia dell’atto vandalico. “Hanno distrutto una porta vetrata (che porta ai bagni e ai contatori) e addirittura apponendo una catena con lucchetto per impedirne l’accesso”, aveva spiegato. “Si tratta di una escalation allucinante - aveva aggiunto - , questo non è solo un danneggiamento aggravato, ma è una violenza privata”.

 

Lo stesso legale - che ieri stava perfezionando la denuncia querela da presentare ai carabinieri - aveva spiegato che “il circolo Acli Pennaricci e alla sede Anpvi (associazione ciechi e ipovedenti), con sede entrambe in corso Garibaldi era stato fatto oggetto di aggressioni costanti per banali e futili questioni di parcheggio”. L’avvocato ha spiegati che “sono state piazzate sedie sui parcheggi per occuparli, è stato aggredito il signore cieco che è presidente dell’Anpvi con frasi orribili e offensive, apposti cartelli abusivi per tentare di riservare i posti auto illecitamente, e persino distrutta la insegna del circolo”. Anche per i primi episodi era stata sporta denuncia.

 

 

La questione - riguardante prettamente i parcheggi - era sorta tra i residenti della zona che hanno protestato - secondo la denuncia in maniera non consona - per i posti occupati dai fruitori del circolo. Adesso, dopo l’ultimo episodio e le indagini della polizia, è stato denunciato un uomo di origine straniera che viene ritenuto responsabile del gesto. Secondo gli associati potrebbe trattarsi della stessa persona che ha posto in essere anche gli altri episodi. Per questo motivo, c’è anche chi teme per la propria incolumità tanto più che si tratta di persone diversamente abili.