Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Monica Bellucci, la diva di Città di Castello a Ballando con le Stelle: sarà lei la ballerina per una notte della semifinale

  • a
  • a
  • a

Un tocco di Umbria nella semifinale di Ballando con le Stelle, in onda sabato 11 dicembre 2021. Lo show di Rai1 condotto da Milly Carlucci - il programma più visto del sabato sera - avrà come ospite Monica Bellucci. La diva originaria di Città di Castello si cimenterà nello studio Auditorium del Foro Italico come ballerina per una notte. Una puntata da non perdere considerato che rientreranno in gioco, per lo spareggio, tutte le coppie eliminate e una sola potrà contendersi il titolo nella finale.

 

 

"Felice di darvi una notizia che mi emoziona molto. La nostra ballerina per una notte della seconda semifinale di Ballando con le Stelle sarà Monica Bellucci. Un’icona internazionale di bellezza, bravura e di stile per noi e per voi sulla nostra pista" l'annuncio social di Milly Carlucci. Un autentico colpaccio quello di riuscire a portare la sensuale e affascinate attrice tifernate, sempre molto restia alle apparizioni pubbliche e in tv, storicamente sempre centellinate. Un comportamento che ha ampliato la sua aurea di diva internazionale.

 

 

Bellucci, 57 anni, è attualmente impegnata a teatro con lo spettacolo Maria Callas – Lettere e memorie diretto da Tom Wolf, mentre a inzio dicembre, al cinema, è protagonista anche del docufilm diretto da Antongiulio Panizzi, The girl in the fountain, in cui viene raccontata la vita di Anita Ekberg, la protagonista della Dolce vita di Federico Fellini.  Considerata una delle più celebri sex symbol a cavallo tra gli anni Novanta e Duemila nella sua carriera ha preso parte a svariati film di notevole successo internazionale, fra cui Dracula di Bram Stoker di Francis Ford Coppola, Malèna di Giuseppe Tornatore, Matrix Reloaded e Matrix Revolutions di Larry e Andy Wachowski, La passione di Cristo di Mel Gibson, I fratelli Grimm e l'incantevole strega di Terry Gilliam e Spectre di Sam Mendes, ed è stata molte volte protagonista di pellicole destinate a far discutere a causa delle scene di violenza in esse contenute: fra le più note Dobermann e Irréversible. Madrina del Festival di Cannes nel 2003, prima donna italiana, e poi nel 2017, è stata la prima personalità non francese ad attivare l'illuminazione degli Champs Élysees nella tradizionale cerimonia natalizia.