Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia: liti, assembramenti e violazione norme anti Covid. Locale chiuso per dieci giorni

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

Schiamazzi e violazione della normativa anti Covid e così il questore di Perugia ha disposto la chiusura per dieci giorni di un esercizio pubblico che si trova nella immediata periferia della città. Il provvedimento è frutto- riporta una nota della Questura - di un’intensa attività di accertamento e controllo a cui è stato sottoposto il locale, effettuata dal personale della Divisione polizia amministrativa della Questura, coadiuvata anche dal personale della Polizia municipale.

Durante i numerosi controlli delle forze dell’ordine iniziate questa estate e protratte fino a novembre, si è accertato che nel locale, oltre a non essere stato rispettato il divieto di somministrazione di bevande alcoliche dopo le ore 3, così come disposto dalla normativa, più volte si sono verificati degli episodi per l’ordine e la sicurezza pubblica. Sono state diverse, infatti, le segnalazioni pervenute alle forze dell’ordine per liti, schiamazzi e per la presenza, nelle immediate vicinanze del locale, di persone in stato di ubriachezza che in taluni casi si è manifestata anche in maniera molesta. A questo si è aggiunta anche la violazione della normativa anti Covid che è stata accertata negli scorsi giorni da parte del personale dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso.

Ufficio che, intervenuto a seguito di segnalazione per musica ad alto volume, ha notato centinaia di ragazzi assembrati all’ingresso del locale senza mascherine e senza rispettare in generale le indicazioni di protezione personale, su tutto il corretto distanziamento. Violazioni che avevano già determinato una sanzione amministrativa e la chiusura dell’attività per cinque giorni. Evidentemente i provvedimenti già presi non hanno prodotto gli effetti auspicati e sperati così è scattata l’ulteriore chiusura che stavolta sarà di dieci giorni.