Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid in Umbria, vax day per le terze dosi: troppe richieste e vaccini finiti, in centinaia rimandati a casa

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Primo vax day a quota 5.450 somministrazioni. Di cui 4.454 terze dosi. Superato all'obiettivo fissato dal commissario nazionale Figliuolo che prevedeva per l'Umbria 4.390 vaccinazioni booster. Ma con il sistema dell’accesso diretto, che resta parallelo alle prenotazioni centinaia di persone che si sono presentate agli hub vaccinali senza appuntamento sono state rimandate a casa. E’ successo a Terni e ha riguardato 400 utenti. E si sono create code per tutto il pomeriggio nei centri vaccinali di Perugia e Bastia Umbra. Lo ammette la stessa Regione, che in una nota spiega come l'affluenza sia stata “regolare fino alle ore 13.30 in tutti i centri della regione mentre nel pomeriggio si sono formate alcune code legate al fatto che l'adesione era senza appuntamento. Gli operatori dei punti vaccinali hanno garantito le somministrazioni a tutti, nei limiti delle disponibilità di dosi. Nei casi in cui l'affluenza è stata decisamente superiore alle dosi disponibili, i cittadini sono stati invitati a tornare a casa per evitare inutili attese. In particolare, al punto vaccinale di Terni sono state effettuate 915 somministrazioni, 546 con Moderna e 369 con Pfizer”.


Tra le 5.450 dosi complessive 513 sono state prime dosi e 573 seconde dosi. 
Le prime somministrazioni, in particolare, sono distribuite nella fascia 12-19 anni, 283 nella giornata di ieri. A seguire: 40 nella fascia 20-29, 46 per i 30-39, 46 per i 40-49, 50 fra i 50-59, 27 fra i 60-69, 14 tra i 70-79, 4 per gli 80-89 e 3 negli over 90. Con l’accesso diretto, non ci sono stati vaccini a sufficienza (o medici a disposizione per effettuare le iniezioni) in particolare a Terni. L’Umbria proprio per rafforzare gli hub ha chiesto al governo 88 sanitari in più ma ancora non sono arrivati.

 

La quota più ampia delle somministrazioni addizionali invece ha riguardato i 70-79 anni (1.224 su 4.454), poi a scalare i 60-69 con 882, i 50-59 con 825, i 30-39 con 316 iniezioni, i 40-49 con 573, 80-89 con 229, i 20-29 con 236, gli over 90 con 67 e i 12-19 con 22. Il prossimo vax day dedicato alle terze dosi è fissato per domenica prossima. Da oggi ampliate le agende delle somministrazioni booster con 30 mila posti in più.