Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, accordo nella sanità: i chirurghi delle Scotte opereranno anche a Nottola

  • a
  • a
  • a

Il direttore generale dell’Azienda ospedaliero universitaria di Siena, Antonio Davide Barretta, e il direttore generale dell’Asl Toscana sud est, Antonio D’Urso hanno firmato un accordo che porterà per determinate ore alla settimana professionisti delle Scotte in strutture gestite dalla Asl. Le strutture in questione sono quella di Nottola, nella Valdichiana senese, e in provincia di Arezzo, Cortona, Sansepolcro e Bibbiena. I medici andranno ad operare a Nottola “una o due volte alla settimana, quindi tra le 12 e le 24 ore aggiuntive”, ha spiegato il dg Barretta e poi di anestesisti (una ventina) e rianimatori che si recheranno nei presidi della provincia aretina. Il tutto per creare una sinergia utile ad entrambe le aziende, aumentare competenze e professionalità e ovviamente generare un aumento di volume di produzione lavorativa e quindi una riduzione delle liste di attesa.

Nello specifico la Asl Toscana sud est mette a disposizione spazi operatori e assistenziali all’ospedale di Nottola (sale operatorie per interventi chirurgici programmati, a partire da quelli in day surgery), il personale infermieristico (in quota) e socio-sanitario, le attrezzature, le apparecchiature sanitarie, i dispositivi sanitari ed i servizi di supporto, sanitari ed amministrativi, e l’Aou senese mette a disposizione le equipe chirurgiche e di anestesia e rianimazione. Questo accordo si inserisce in un più vasto quadro di rinnovata collaborazione tra le due aziende sanitarie, a fronte della quale l’Aou senese garantisce anche la presenza di propri medici anestesisti in alcuni degli snodi della rete ospedaliera dell’area vasta sud est (Arezzo, La Fratta, Sansepolcro, Bibbiena, Nottola). “In questo modo – è il commento del direttore Barretta – garantiamo opportunità chirurgiche in alcuni presidi. Non si tratta della prima forma di collaborazione tra le due aziende e altre ne faremo, stiamo ad esempio ragionando su alcune possibilità nell’ambito della robotica. Stiamo andando nella giusta direzione e insieme si fa meglio che da soli. La collaborazione tra le due aziende sanitarie della stessa area vasta è fondamentale per condividere le risorse professionali e tecnologiche e fare fronte comune contro le liste di attesa, per dare risposte rapide ed efficienti ai cittadini”.

Le attività chirurgiche in regime di ricovero ordinario e day hospital che verranno effettuate afferiscono alla chirurgia generale ad indirizzo oncologico, alla chirurgia epatobiliopancreatica, all’ortopedia e per quanto riguarda la chirurgia ambulatoriale verranno effettuate prestazioni di oculistica (chirurgia della cataratta). Le prestazioni specialistiche ambulatoriali correlate all’episodio di ricovero (visita di arruolamento, preospedalizzazione e controlli post-intervento) sono assicurate dall’Aou senese all’ospedale delle Scotte. “Questo accordo è rappresentativo di quanto le sinergie sviluppate in una logica di area vasta possano portare vantaggi a tutti i soggetti che ne fanno parte – afferma Antonio D’Urso  – Grazie a questa collaborazione i chirurghi dell’azienda ospedaliero-universitaria senese potranno operare all’ospedale di Nottola e i suoi anestesisti contribuiranno all’attività delle nostre strutture. E’ un vantaggio per tutti per aumentare i servizi ai cittadini. L’accordo permetterà di aumentare l’attività operatoria attraverso un’integrazione delle competenze professionali. Senza di esso queste sedute aggiuntive non sarebbero state possibili”.