Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Beccato dai carabinieri mentre palpeggia una studentessa, arrestato: l'accusa è di violenza sessuale

  • a
  • a
  • a

Un ragazzo di 28 anni di origini straniere è stato arrestato nel tardo pomeriggio di martedì 30 novembre dai carabinieri di Perugia. Il ventottenne è stato beccato in flagranza di reato mentre palpeggiava il sedere di una donna che camminava sulla stessa via. 

 

 

La ragazza, poco più che maggiorenne, come riferisce lei stessa e un testimone oculare, appena subìta la molestia si è bloccata sulla strada, attonita, cercando con lo sguardo quello di qualche passante ed effettivamente in suo soccorso è intervenuto un uomo e la pattuglia dei carabinieri che subito hanno fermato il 28enne, tranquillizzando la ragazza. Il soggetto è stato portato presso la caserma dei Carabinieri di via Ruggia e arrestato per l’ipotesi di reato di violenza sessuale e trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo, così come disposto dal pm di turno.

 

 

La ragazza, una studentessa fuori sede, che nonostante la giovane età ha avuto il coraggio di denunciare e di non far passare in sordina il gesto, fortemente lesivo della dignità, è stata informata della presenza dei centri anti violenza e della possibilità di poter parlare dell’accaduto con personale specializzato. Con un sorriso malinconico, ma rincuorata, ha ringraziato vivamente i carabinieri per il loro intervento. Un episodio di estrema attualità dopo quello di Greta Beccaglia, la giornalista palpeggiata fuori dallo stadio di Empoli da un tifoso.