Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, le prove del Capodanno Rai al Circolo lavoratori Ast. Attesi Baglioni e Fiorello

  • a
  • a
  • a

Balletti ed esecuzioni musicali del Capodanno di Raiuno saranno provati all’interno della palestra del Clt. La notizia è venuta fuori ufficialmente martedì 30 novembre, durante la riunione della seconda commissione consiliare alla presenza dell’assessore agli Eventi, Stefano Fatale. Ed è stato proprio l’assessore a confermare che tutte le prove del corpo di ballo e dell’orchestra Rai saranno effettuate nella struttura del Clt, in via Muratori, a Terni.

“Dal 14 dicembre - ha detto - ci sarà un periodo di prove all’interno del Circolo lavoratori Terni e dunque è una sfida rilevante per noi”. “Ci è stata chiesta la disponibilità dopo un sopralluogo effettuato dalla Rai - ha dichiarato il presidente del Clt, Giovanni Scordo -  e le prove si svolgeranno nella palestra rinnovata di recente, il circolo ci è sembrata la scelta più opportuna in tal senso. Questa dovrebbe essere la soluzione da adottare e stiamo valutando anche su come limitare il più possibile il disagio per l’utenza”. Sempre martedì 30 novembre in Prefettura si è tenuta anche la riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Tra gli obiettivi da focalizzare anche gli accessi del pubblico al capannone 4 dell’Ast dove il 31 dicembre si svolgerà la trasmissione L’Anno che verrà, condotta da Amadeus (nella foto). Gli accessi dovrebbero essere intorno ai 1.300, con prenotazione gratis. Il sistema è in corso di valutazione.

Il consigliere comunale Michele Rossi (Terni Civica) ha chiesto il coinvolgimento nell’evento delle professionalità locali, comprese le scuole di danza. Poco da trattare, però, con la Rai, evidenzia Fatale: “L’utilizzo dei 280 mila euro provenienti dalla Fondazione Carit saranno per rendere la città il più accogliente possibile per le mille persone che si ritroveranno qui dal 14 dicembre al 5 gennaio. Tutti i preventivi sono stati fatti con aziende del territorio ternano”. Com’è ovvio tutto è ancora avvolto nel massimo riserbo anche perché la Rai è in competizione con l’analogo spettacolo di Mediaset a Bari. Sembra che il cerchio si sia chiuso su Baglioni che dovrebbe essere a Terni, così come sembra altrettanto probabile la presenza di Fiorello. Sembra invece ormai accantonata la presenza dei Maneskin, impegnati in eventi internazionali.