Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, lavori sul raccordo: possibili disagi per il traffico. Prognosi riservata per la donna coinvolta nell'incidente di domenica

  • a
  • a
  • a

E’ ricoverata in prognosi riservata per le diverse fratture riportate nell’incidente avvenuto domenica mattina, 28 novembre, la 43enne di Perugia che è finita fuori strada lungo il raccordo, nel tratto in prossimità dell’uscita di Ponte San Giovanni, in direzione Cesena. La donna - per cause in corso di accertamento - dopo essere arrivata all'ospedale in codice giallo, è stata quindi ricoverata con riserva di prognosi al Santa Maria della Misericordia. Fortunatamente non è comunque in pericolo di vita.

Intanto, a causa del suo incidente, in cui il guard rail è stato letteralmente sfondato dall’auto, Anas ha programmato dei lavori di ripristino che inizieranno questa mattina (martedì 30 novembre). Lo comunica Anas stessa in una nota: “A partire da martedì 30 novembre, saranno eseguiti alcuni interventi di riparazione della barriera incidentata e di ripristino localizzato della pavimentazione sulla strada statale 3bis Tiberina (E45) tra Ponte San Giovanni e Collestrada sulla carreggiata in direzione Cesena. Il transito - spiega Anas - sarà sempre consentito sulla corsia di marcia o di sorpasso in corrispondenza del cantiere. Il completamento dell'intervento è previsto entro sabato 4 dicembre”.

La donna, alla guida della sua Toyota Yaris, domenica mattina alle ore 9.30 circa, è uscita fuori di strada ed è letteralmente volata fino alla strada sottostante. L’automobile è finita sul muretto di recinzione di un’abitazione privata ed è andata completamente distrutta. Per liberare la signora dalle lamiere e consegnarla alle cure dei sanitari del 118, i vigili del fuoco del comando provinciale di Perugia hanno lavorato a lungo. Il punto dell'incidente è praticamente lo stesso in cui, un mese fa, un camion era rimasto in bilico causando il blocco del traffico in tutta la città e non solo per una giornata. I lavori di ripristino del guard rail ovviamente anche in questo caso potrebbero creare notevoli problemi alla circolazione.