Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, luci in centro e in periferia per Natale. E a Capodanno 1.500 spettatori all'Ast

  • a
  • a
  • a

Un Natale speciale, più attrattivo, accogliente e soprattutto sereno. Questo l’obiettivo per la città di Terni espresso dal sindaco Leonardo Latini presentando, lunedì 29 novembre, il programma relativamente agli addobbi e alle luminarie per le prossime festività natalizie. Addobbi uniformi in tutto il centro storico: luci calde, alberi e alberelli, videomapping sulle facciate dei principali palazzi, filodiffusione musicale nelle vie del centro e una grande stella cometa lunga 17 metri in piazza San Francesco. Un occhio anche al Capodanno con lo spettacolo di RaiUno all’Ast: i posti a disposizione per assistere di persona all’evento saranno 1.500, con modalità di prenotazione ancora da studiare, così come da valutare il collocamento di eventuali maxischermi, verificando giorno per giorno l’andamento pandemico.

“Orgoglio e amore per la propria città – ha rimarcato il sindaco di Terni, Leonardo Latini – non sono solo sensazioni o fattori neutri ma, se coltivati e condivisi, possono avere un riscontro e un impatto importante anche dal punto di vista della promozione e quindi sotto l’aspetto economico”. Lo spettro della pandemia però resta e il sindaco fa sapere che “se le direttive nazionali dovessero evidenziare problematiche in tema di salute, non è escluso che possa essere introdotto l’obbligo di mascherina nelle vie dello shopping”. Tanto il lavoro, anche nei giorni festivi, da parte degli addetti del Comune per arrivare a illuminare Terni dall’8 dicembre insieme alla cometa di Miranda,  come ha evidenziato l’assessore agli Eventi, Stefano Fatale: “Non è facile in questo periodo riuscire a trovare il materiale, ma noi ce l’abbiamo messa tutta”. Allestimenti particolari sono stati ideati per corso Tacito, piazza Europa, piazza Tacito, piazza San Francesco, ma non mancheranno interventi d’illuminazione artistica in vie meno centrali e lungo il fiume Nera.

“Un grazie a chi ha voluto sostenere economicamente questo progetto – hanno dichiarato sindaco e assessore - in primo luogo la Fondazione Carit, rappresentata dal presidente Luigi Carlini, ma anche Umbria Energy, con il presidente Paolo Ricci, Asm Spa con il presidente, Mirko Menecali, il Sii con il presidente Carlo Orsini e FarmaciaTerni”.