Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dolci d'Italia, presentati gli eventi dal 3 al 5 dicembre: si punta a coinvolgere oltre 35.000 persone

Filippo Partenzi
  • a
  • a
  • a

Nel 2019 coinvolse oltre 35 mila persone. Quest’anno, nonostante le limitazioni imposte dalla pandemia, Dolci d’Italia punta a fare ancora meglio grazie alle tante iniziative in programma dal 3 al 5 dicembre che coinvolgeranno diverse location del centro storico di Spoleto. A partire dal complesso monumentale di San Nicolò (vero cuore pulsante della manifestazione) che nel prossimo fine settimana ospiterà gli stand e le aree dedicate alle bontà artigianali, ai laboratori condotti da rinomati artisti del settore, ai più piccoli e ai migliori vini da abbinare alle gustose tentazioni.

 

 

In piazza Garibaldi, invece, sarà possibile assaggiare i migliori cibi di strada mentre la sala degli Ori e i locali di via di Visiale accoglieranno le tipicità dolciarie delle varie regioni italiane. E non finisce qui, perché in piazza Duomo si esibirà il pianista Maurizio Mastrini in un doppio concerto (domenica alle 7.30 e 16.30) accompagnato da una piccola degustazione di dolci e bevande calde. Per tutta la durata della kermesse, infine, gli esercizi commerciali proporranno ai clienti sconti e promozioni speciali. Un ricco cartellone, presentato giovedì 25 novembre in Comune dal presidente di Epta Confcommercio Umbria, Aldo Amoni. “Siamo davvero felici di tornare a Spoleto e riproporre questa rassegna in cui, fin dal primo giorno, il presidente della sezione spoletina di Confcommercio, Tommaso Barbanera, ha dimostrato di credere molto. A nostro modo di vedere ha le potenzialità per crescere ancora e diventare un grande festival. Ecco perché mi appello alle varie forze della città affinché continuino a esserci vicine e ci aiutino a migliorarla ulteriormente nei prossimi anni. Spoleto, una realtà meravigliosa ricca di location eccezionali, se lo merita”.

 

 

Alla realizzazione della kermesse quest’anno hanno contribuito l’istituto alberghiero Gian Carlo de Carolis, la Fondazione Cassa di risparmio di Spoleto, la Fondazione Mina e Cesare Micheli nonché il Gal Valle umbra e Sibillini presente alla conferenza con il presidente Pietro Bellini (“Non potevamo non finanziarla alla luce degli ottimi risultati raggiunti due anni fa”). Da parte sua, anche il Comune è pronto a fare la propria parte come confermato dal sindaco Andrea Sisti e dall’assessore Giovanni Angelini Paroli. “La nostra disponibilità è piena e dal punto di vista economico vediamo quello che riusciremo a fare. Questa manifestazione, che auspico possa durare una settimana nel 2022, si inserisce nel palinsesto di eventi - ha detto il primo cittadino - che stiamo preparando: una città che organizza per tempo gli appuntamenti rivolti ai visitatori mette gli operatori turistici nelle condizioni ideali per promuoverla”.