Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, un quadro di Magdalena Anna Spruch esposto a Venezia

  • a
  • a
  • a

Magdalena Anna Spruch, polacca di origine ma adottata da Perugia, è uno dei 12 artisti internazionali selezionati da Giuliano Ottaviani, l’artista di fama internazionale di origine folignate che sta festeggiando i suoi 50 anni di carriera con un tour, in mostra in questi giorni a Venezia. L’esposizione, intitolata "Inno a Venezia" resterà aperta fino a domenica 28 novembre alla scuola Grande di San Teodoro. Il quadro di Magdalena, dal nome "Venezia dei mille colori", è un acrilico materico su tela con varie textur e con l'uso di  polvere di mica. Un riconoscimento importante per la giovane artista che solo il mese scorso alla quarta edizione della "Biennale di Spoleto" ha vinto il terzo premio nella categoria "creatività" con il suo lavoro "Rinascita" (pubblicato anche nel periodico d’arte "Art Now ", ideato e diretto da Sandro Serradifalco). Proprio in occasione della mostra spoletina, organizzata dall'Associazione Culturale Eclettica Word del maestro Giuliano Ottaviani e patrocinata dal Comune di Spoleto, si è saldato il legame professionale con il noto maestro che l’ha voluta come coordinatrice degli eventi promossi da Eclettica.

Solo nei giorni scorsi, inoltre, alcune opere di Magdalena sono state pubblicate anche nel volume "Genesis, le ultime frontiere dell'arte", realizzato  a cura di Sonia Demurtas e Francesca Misasi. Un suo quadro è stato selezionato ed inserito anche nel catalogo "L’Arte in Quarantena", edito da Mondadori, realizzato per essere testimonianza del grande potere terapeutico dell’arte, tanto per chi la crea quanto per chi ne fruisce, in un momento difficile come quello che è stato l'isolamento reso obbligatorio dalla pandemia. Un momento felice, quindi, per Magdalena visto che "fino a poco tempo fa – dichiara – dipingevo per hobby, per regalare le mie opere agli amici per i compleanni o ricorrenze. Con il passare del tempo hanno cominciato a chiedermele perché gli piacevano e da quel momento ho pensato che questa mia passione poteva diventare qualche cosa di più".

Nativa della Polonia ma italiana di adozione come si definisce lei, Magdalena Anna Spruch si appassiona all'arte fin dalla più tenera età. La sua è un'anima intessuta di colore, di gioia di vivere, che riversa sulla tela dando luogo a paesaggi variopinti e ad universi floreali stilizzati di grande spessore artistico e ornamentale. Appassionata dell'arte astratta, non rifiuta ogni tanto di tuffarsi nel mondo naif per lasciar divagare la mente, alla costante ricerca di stimoli ed esperienze nuove. Artista versatile e amante della sperimentazione, ama cimentarsi in varie tecniche, ricorrendo spesso all'uso nei suoi progetti dei materiali di provenienza organica e di riciclo, producendo mirabili connubi tra l'eterea impalpabilità del colore e la concretezza della materia.