Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, cupola viale Trieste: conclusi i lavori e annunciata dall'Interamna la riapertura

Simona Maggi
  • a
  • a
  • a

Terni torna ad avere la sua “cupola”, ovvero il rinnovato palazzetto dello sport intitolato a Leo Seconi, in viale Trieste. Lunedì 23 novembre 2021, a palazzo Bazzani, in Provincia, è stata annunciata ufficialmente la riapertura della struttura a quasi un anno dalla consegna delle chiavi all’Asd Interamna Basket del presidente Francesco Ciommei, aggiudicataria del bando per la gestione pluriennale.

 

Primo step completato, dunque, ma i lavori continuano. L’impianto potrà ospitare nell’immediato solo atleti e dirigenti, nel 2022 poi verranno ultimati i lavori per ottenere l’agibilità anche per ospitare il pubblico e le persone con disabilità. La capienza, appena l’intervento verrà ultimato, andrà da un minimo normativo di 100 ad un massimo di 200 persone.

“Ci siamo riusciti - spiega il presidente Ciommei - almeno in questa prima parte di lavori, ma è stato un grande impegno. Questo è l’unico palazzetto con il parquet e l’adeguamento non è stato semplice. Ci saranno nuovi canestri, tabelloni elettronici e funzionalità per la pallavolo. Per ora abbiamo rimesso a posto spogliatoi ed impianto elettrico, risolto il problema legato alla pioggia. Abbiamo lavorato in silenzio e vorrei ringraziare chi ci è stato vicino, tra gli altri il responsabile amministrativo Fabrizio Raggi, il nostro ingegnere Gianni Fabrizi e il capo dei lavori di ristrutturazione interni, Franco Bartolocci”.

 

Il dirigente dell’Interamna Paolo Rossi ha tenuto a sottolineare che “siamo pronti ad affittare lo spazio, chi vuole usufruirne può chiedere a Provincia o Interamna”.

Soddisfazione è stata espressa dall’ingegnere Marco Serini, funzionario tecnico della Provincia, per il ripristino dell'impianto. Per l'assessore comunale allo Sport, Elena Proietti, è stata “una giornata di festa per una struttura dedicata ad un pilastro dello sport ternano. A breve uscirà il bando per il Paladivittorio. Altro capitolo per il Camposcuola Casagrande, ma servono ingenti risorse”.

Presente anche il delegato provinciale del Coni, Fabio Moscatelli che ha evidenziato quanto sia importante lavorare in sinergia. Alla rinascita della cupola c'erano anche il responsabile della comunicazione della Ternana Calcio, Lorenzo Modestino, e il club manager, Carlo Mammarella. Quest'ultimo ha detto di essere orgoglioso di aver fatto parte dell’intervento di riqualificazione della zona con il Sabotino. Sergio Seconi ha invece ricordato la storia della struttura nata nei primi anni Settanta. A chiudere il presidente della Provincia, Giampiero Lattanzi, che ha sottolineato la collaborazione con Ternana e Interamna.