Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Foligno, ruba la bici elettrica: denunciato dalla polizia ferroviaria. Rintracciata ragazzina che si era allontanata in treno dalla famiglia

  • a
  • a
  • a

Un arresto, nove indagati e 2.532 persone controllate. E ancora: una minore rintracciata, 226 pattuglie impegnate nelle stazioni e 55 a bordo di 111 treni. E' in estrema sintesi il bilancio dell'attività nell'ultima settimana del Compartimento di Polizia ferroviaria delle regioni Marche, Umbria e Abruzzo. Sono stati gli agenti della Polizia ferroviaria di Foligno ad arrestare un cittadino marocchino di 33 anni per il furto di una bicicletta elettrica. Dagli accertamenti è emerso che l'uomo era agli arresti domiciliari e quindi si è reso responsabile anche del reato di evasione. Sempre a Foligno, un extracomunitario è stato denunciato perché era a bordo di un treno regionale senza biglietto e si è rifiutato di fornire le proprie generalità al capotreno.

Nella stazione di Ancona, gli operatori della polizia ferroviaria hanno rintracciato una minore a bordo di un treno che era proveniente da Bologna. La ragazzina si era allontanata da casa, all’oscuro dei genitori, perché voleva raggiungere alcuni parenti che sono residenti nel Teramano. I poliziotti hanno avvertito e rassicurato i familiari che hanno raggiunto il capoluogo dorico per ricongiungersi alla giovanissima.

Sempre ad Ancona, è stato denunciato un cittadino italiano di 42 anni per aver danneggiato la strumentazione per la firma grafometrica in uso alla biglietteria della stazione. L’uomo, dopo una discussione con il personale addetto alla biglietteria, ha afferrato il dispositivo elettronico e lo ha sbattuto violentemente a terra. La polizia lo ha rintracciato ed ha fatto scattare il provvedimento. A Pescara gli agenti hanno denunciato due cittadini marocchini, che, senza biglietto erano a bordo di un convoglio e hanno rifiutato di declinare le proprie generalità. Una 25enne tunisina, infine, priva del green pass a bordo di un treno a lunga percorrenza, è stata denunciata perché si è rifiutata di scendere, causando un ritardo di circa 30 minuti.