Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, chiude la storica Ceramica Vecchia Gualdo. Annuncio choc di Fiorella Mariotti: "Per tutto c'è un inizio e per tutto c'è una fine, come nella vita"

Salvatore Zenobi
  • a
  • a
  • a

“Per tutto c'è un inizio e per tutto c'è una fine, come nella vita”. Con queste parole Fiorella Mariotti, titolare della ceramica Vecchia Gualdo, annuncia la chiusura della prestigiosa attività il 31 dicembre. “Ventisei anni fa mi sono avvicinata al mondo della ceramica grazie a mio suocero Ezio Rondelli, che in fin di vita mi ha affidato il suo laboratorio, un laboratorio di famiglia, che per passione aveva tramandato tanti segreti e fatto funzionare una vecchia muffola dei primi del '900, portando avanti la tradizione mastrogiorgesca dei riflessi oro e rubino”. Fiorella Mariotti aggiunge di non sapere “come sia riuscita ad arrivare fino ad oggi, forse lui mi ha sempre aiutato da lassù, forse perché l'arte mi ha sempre appassionato e forse perché riesco sempre a mettere il cuore nelle cose che faccio”.

Un annuncio choc nel panorama ceramico di Gualdo Tadino dal momento che la Vecchia Gualdo è una delle ultime attività ancora a lavorare con la muffola al terzo fuoco, l’antica tecnica cinquecentesca di Mastrogiorgio, riportata in auge a fine Ottocento da Paolo Rubboli. “Ci sono stati periodi difficili, ma anche periodi di grandi soddisfazioni e di grandi risultati. Devo ringraziare tutti i miei clienti, che mi hanno dato fiducia e ai quali sono riuscita a trasmettere il fascino, l'emozione, il calore che può dare un pezzo di ceramica. Ora però sono costretta purtroppo, con mio grande dispiacere, a chiudere questo capitolo di storia di Gualdo”, aggiunge Fiorella Mariotti, che indica nella recente scomparsa di suo marito, Massimiliano Rondelli, che si occupava della cottura a muffola “perché lo aveva visto fare dal padre” una delle motivazioni che l’hanno portata alla decisione.

Anche il pittore Sergio Donnini “nonostante la sua infinita e inesauribile bravura, sente la necessità di un po' di riposo”, afferma Fiorella Mariotti concludendo che per questo non può permettersi da sola di continuare. “Spero che chi ne è in possesso, tenga con rispetto e amore i manufatti della Ceramica Vecchia Gualdo, rimarranno unici e irripetibili, un grande valore da lasciare in eredità”, conclude.

La Vecchia Gualdo è una bottega artigiana sorta nel 1989 per volontà di Ezio Rondelli, nello stesso locale che per molti anni ospitò la Ceramica di don Giancarlo Pascucci, erede di una dinastia di ceramisti dei quali si trovano notizie negli archivi cittadini a partire dal 1833. I pezzi della Vecchia Gualdo nel corso degli anni sono stati donati al presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro, al presidente della Comunità europea Jacques Delors e al presidente del Consiglio, Massimo D'Alema, ricevendo sempre parole di elogio.