Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Città di Castello, ordina Playstation online e paga 550 euro ma è una truffa

  • a
  • a
  • a

 I carabinieri della Compagnia di Città di Castello sono stati impegnati in molteplici attività di controlli su strada, volti alla prevenzione e repressione dei reati in genere, ma anche al rispetto delle prescrizioni conseguenti all’epidemia da Covid.

 

 

In tema di pandemia l’attenzione è stata rivolta come sempre agli esercizi commerciali, in particolare per quanto riguarda l’applicazione della normativa sul green pass, senza tuttavia rilevare situazioni tali da indurre ad elevare contravvenzioni per violazioni delle prescrizioni. I carabinieri della stazione di Città di Castello invece hanno deferito alla Procura della Repubblica due italiani di 50 anni e 24 anni, residenti in una provincia pugliese, responsabili dell’ipotesi di reato di truffa in danno di una 52enne del posto. I due infatti, avevano posto in vendita su un noto sito web una console Playstation 5 facendosi versare dalla donna, intenzionata a fare un regalo al figlio, la somma di 550 euro senza però provvedere all’invio dell’articolo. Alla donna, quindi, dopo la delusione per la truffa subita non è rimasto che rivolgersi ai carabinieri, che dopo una rapida indagine, hanno individuato i due truffatori denunciandoli alla competente autorità giudiziaria.

 

 

 I carabinieri della stazione di San Giustino hanno denunciato un 25enne di origini albanesi, per il rifiuto di sottoporsi agli accertamenti per la rilevazione del tasso alcolemico. L’uomo, controllato a Selci Lama alla guida di un’auto, è incorso perciò nel ritiro della patente di guida tra l’altro risultata non in regola. I carabinieri della stazione di Umbertide, hanno denunciato un 49enne di Città di Castello per guida in stato di ebbrezza alcolica. L’uomo, controllato a Trestina, è risultato essere in stato di ebbrezza alcolica con un tasso di quattro volte il limite massimo consentito. Per lui quindi è scattato il deferimento alla Procura della Repubblica ed il ritiro della patente di guida. Infine i carabinieri del Radiomobile hanno denunciato in stato di libertà un 29 enne di Sansepolcro per guida in stato di alterazione dovuto all’abuso di sostanze alcoliche e uso di droga. Il giovane, dopo aver abusato di alcolici e stupefacenti, si era messo alla guida della propria auto percorrendo la E/45 dove, all’altezza di San Giustino, non accorgendosi di una delle modifiche alla circolazione stradale che impone il cambio di carreggiata è andato a urtare lo spartitraffico. Condotto al pronto soccorso dell’ospedale di Città di Castello e sottoposto ai previsti prelievi, è risultato positivo sia alle sostanze stupefacenti che alcoliche. Per lui patente di guida ritirata e denuncia.