Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Amedeo Giorgetti, il medico di famiglia che dice basta ai no vax: "Prima li curo, poi cambino studio". E' di Foligno

Patrizia Antolini
  • a
  • a
  • a

E’ finito su tutte le pagine social: lo hanno condiviso e cliccato influencer, giornalisti, lettori. Lui, Amedeo Giorgetti, ha avuto solo il merito, o l’ardire, di dire chiaro e tondo cosa pensa nei confronti dei no vax. Lui, medico di famiglia di Recanati ma originario di Foligno, ha ribadito di mantenere fede al giuramento di Ippocrate alla base della sua professione: e dunque curerà tutti i pazienti che si presenteranno al suo ambulatorio. Lo farà sempre, anche con i no vax: ma una volta curati questi ultimi sono pregati di rivolgersi a un altro ambulatorio.

L’effetto mediatico delle sue parole ha fatto il resto: i social sono impazziti e Giorgetti è diventato l’uomo del giorno. Già, perché le sue parole riprese dai media lui in realtà le ha messe per iscritto. Tutto chiaro e tondo su un cartello affisso all’ingresso del suo ambulatorio medico di Recanati. “Caro paziente - scrive - il Covid ha devastato la vita umana e professionale. Fino a oggi il vaccino è l’unica arma per non ammalarsi. Se ha qualche dubbio o timore, sono a disposizione. Se invece crede che il vaccino sia una pericolosa arma in mano alle multinazionali del farmaco con la connivenza di noi medici di famiglia, è pregato di cambiare ambulatorio perché non tollero queste accuse stupide e offensive”.

Punto, niente di più e niente di meno. Il messaggio è franco, diretto, onesto: dai mesi del lockdown ad oggi ha seguito tutti i suoi pazienti, fra loro anche tanti fragili. A tutti ha detto sempre la stessa cosa: l’unica via per uscirne è il vaccino. Dall’altra parte a volte ha trovato reticenza e pregiudizi. Dall’altra parte a volte sono arrivate anche accuse pesanti e offese. E ora ha deciso di dire basta. “Basta avere a che fare con gente che mi tratta a pesci in faccia e quando prende il Covid non solo pretende di ricevere assistenza, ma usa arroganza. Voglio dare un segnale forte ai no vax: se continuate così il vostro medico vi lascia”.