Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gualdo Tadino, il Palio dei Comuni torna in Umbria: vittoria con Global Trustworthy

  • a
  • a
  • a

Torna in Umbria, dopo 21 anni, il Palio dei Comuni, prestigiosa gara di trotto che si disputa all’ippodromo di Montegiorgio. Infatti Gualdo Tadino si è aggiudicata la 33esima edizione con Global Trustworthy, un cavallo allenato e montato da Alessandro Gocciadoro. La città, alla sua quarta partecipazione, ha centrato il primo posto con un crescendo di edizione in edizione. In effetti Gualdo Tadino si era già aggiudicata un terzo posto e l’anno scorso la seconda piazza. Il sindaco Massimiliano Presciutti ha subito promesso di fare una grande festa.

 

 

Global Trustworthy ha guadagnato la testa nel finale recuperando su Akela Pal Ferm che era stabile al comando. Folta la presenza di autorità, fra cui il presidente delle Marche, Francesco Acquaroli e il vicepresidente del consiglio regionale marchigiano, Gianluca Pasqui, e le amministrazioni dei 24 comuni partecipanti al Palio, che hanno dimostrato la loro vicinanza alla famiglia Mattii che porta avanti questo evento ippico. “E’ stato un finale al cardiopalma e da dove seguivo la corsa mi sembrava che fossimo arrivati solo secondi, mentre poi lo speaker ha comunicato la vittoria del numero 4, Global Trustworty, il nostro cavallo. Bisogna dire che Alessandro Gocciadoro è sempre una certezza. E’ stato bellissimo. Ringraziamo Montegiorgio e la famiglia Mattii. Sicuramente faremo una bella festa per condividere la gioia della vittoria con i concittadini”, sottolinea il sindaco Presciutti, che si dice soddisfatto dell’esperienza al Palio, visti i due piazzamenti importanti con Vanesia Ek nel 2018 e nella scorsa edizione.

 

 

“E’ una bellissima avventura e ci siamo trovati sempre molto bene qui a Montegiorgio. E’ una giornata di festa. Torniamo molto volentieri al Palio e faremo di tutto per continuare a onorare questa prestigiosa manifestazione”, conclude Presciutti. Global Trustworthy è un cavallo di qualità e velocissimo al via, che sa andare al comando e continuare in testa. Invece questa volta ha giocato una partita diversa. “Non volevo dare tutto subito – racconta Alessandro Gocciadoro – Ho deciso di seguire la scia e poi giocarmi tutto con la rimonta finale. Il cavallo ha risposto bene e quindi è arrivata la vittoria”.