Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Operazione anti no vax e no green pass, in azione polizia anti terrorismo. Perquisizioni in sedici città italiane: ecco dove

  • a
  • a
  • a

Perquisizioni in sedici città italiane nei confronti di no Vax e no green pass. Sono diciassette i provvedimenti nei confronti dei più radicali affiliati al canale Telegram "Basta Dittatura". Nei loro confronti sono ipotizzati, a vario titolo, i reati di istigazione a delinquere con l'aggravante del ricorso a strumenti telematiciistigazione a disobbedire le leggi. Sedici le città coinvolte nella complessa operazione: Ancona, Brescia, Cremona, Imperia, Milano, Pesaro Urbino, Pescara, Palermo, Pordenone, Roma, Salerno, Siena, Treviso, Trieste, Torino, Varese.  Il canale "Basta Dittatura" è considerato uno degli spazi web di maggiore riferimento nella galassia dei negazionisti del Covid 19, contrari sia alla vaccinazione che al certificato verde. 

Il canale era già stato oggetto di un provvedimento giudiziario di sequestro nonché della decisione di chiusura da parte della stessa società, in considerazione della gravità dei contenuti pubblicati. L'operazione di polizia è stata realizzata a seguito delle indagini svolte sotto la direzione dei magistrati specializzati della Procura della Repubblica di Torino, gruppo terrorismo ed eversione. Le complesse attività che ne sono conseguite, svolte congiuntamente dalla Polizia Postale e dalla Digos di Torino, sono state condotte per diverse settimane monitorando h 24 il canale divenuto - sottolinea una nota della stessa Polizia - polo principale nell'organizzazione di proteste violente su tutto il territorio nazionale.

Nelle ultime settimane l'attenzione delle forze dell'ordine sulla galassia no vax e no green pass si è alzata con grande decisione. Le perquisizioni effettuate nelle sedici città rappresentano soltanto l'ennesima operazione per limitare i cittadini che con le loro teorie stanno complicando ancora di più la già complessa lotta alla pandemia. Sabato scorso è stata la prima giornata con i cortei vietati nei centri cittadini, eppure qualcuno ha cercato di superare il cordone degli agenti, complicando ancora di più la salvaguardia dell'ordine pubblico. E' molto probabile che nei prossimi giorni seguiranno ulteriori operazioni anti terrorismo.