Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Danilo Petrucci, a Valencia l'addio alla MotoGp: nel 2022 il pilota ternano farà il rally di Dakar

  • a
  • a
  • a

A Valencia non si è consumato l'addio al motomondiale del mito Valentino Rossi, ma anche quello di Danilo Petrucci. Il pilota ternano infatti lascia la MotoGp, almeno per una stagione, e nel 2022 si dedicherà a preparare il rally più difficile al mondo: quello della Dakar. Un delicato passaggio quello dall'asfalto alle dune ma che Petrux cullava sin da bambino. "Parliamo di un evento che ho sempre voluto fare e che sognavo da bambino quando guardavo le videocassette degli anni Ottanta e Novanta. Ora questo sogno si avvera. Penso che sarò l'unico pilota che in poco più di un mese ha gareggiato in MotoGP e poi alla Dakar, quindi è con grande orgoglio che affronto questa sfida". Si perché l'1 gennaio sarà già tempo di dune.

 

 

Poi nel 2023 si vedrà, "Correre ancora su pista? Nel 2020 ho pensato di concedermi un break, sulla moto cerco sempre di spingere più possibile ma lo sforzo è molto molto alto, ho pensato che forse fosse meglio fare qualcosa in cui la pressione fosse inferiore. Ma è chiaro che adoro le moto, non so cosa succederà in futuro, per ora la certezza è la Dakar nel 2022" ha spiegato quando è stata ufficializzata questa scelta. Petrucci a Valencia con la sua Ktm ha chiuso al diciottesimo posto, alla fine di una stagione con poche soddisfazioni, a parte il quinto posto a Le Mans, una delle sue piste preferite.

 

 

Petrucci lascia la MotoGp con lo score di 169 gran premi, due vittorie (al Mugello e a Le Mans), dieci podi e due giri veloci nelle dieci stagioni corse con Ioda, Ioda-Suter, Art, Ducati e Ktm. Nel 2019 il miglior piazzamento nella classifica piloti del Mondiale: sesto con 176 punti.