Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Narni, Mezule ha nominato capo priore e priore: confermato Antonini, la novità è Nevi

  • a
  • a
  • a

A Narni, in provincia di Terni, dopo Santa Maria, anche il terziere Mezule ha eletto capo priore e priore. Si tratta di Cesare Antonini, (foto in alto) riconfermato per il secondo mandato, e di Samuele Nevi, che subentra nella carica di vice a Serenella De Arcangelis, priora nei tre anni passati. Per quanto riguarda le cariche da assegnare ai membri del comitato verranno fatte delle riunioni nei prossimi giorni.

Gli unici nomi per ora certi sono Simone Galletti alla scuderia, anche lui riconfermato e Luca Kenno in amministrazione.

 

“Il nostro obiettivo – ha spiegato Antonini – è quello di continuare e riconfermare il lavoro iniziato nei tre anni passati. Abbiamo superato brillantemente tutta la fase critica del Covid e la festa di settembre 2021 ci ha dato speranza per il futuro. Ora, abbiamo bisogno di tornare alla festa tradizionale che si spera, Covid permettendo, si possa fare come di consueto ad aprile e maggio. Per il resto sono molto soddisfatto del terziere, al di là delle schermaglie elettorali. Mezule sa mettersi in discussione, c’è grande autocritica e nonostante qualche ruggine, è stato eletto un comitato solido e competente i cui membri erano già stati cercati perché ritenuti idonei a ricoprire le varie cariche. Abbiamo – ha continuato il capo priore - per così dire, ringiovanito il direttivo con l’entrata di nuove leve e abbiamo confermato coloro che con esperienza hanno dato tanto al terziere. Mi preme, tra l’altro, in questo senso, ringraziare i responsabili che sono usciti dal comitato per altri impegni e che hanno fatto davvero un buon lavoro”.

 

E nei prossimi giorni, verranno assegnate tutte le cariche. “Abbiamo persone – ha aggiunto Antonini – di grande qualità che potranno far bene. Il comitato è stato senza dubbio rinforzato in questo senso e tra le novità abbiamo deciso di dar vita ad un gruppo coreografico che lavorerà in sinergia e che racchiuderà corteo, sartoria, ambiente, giornata medievale e officina. Il gruppo avrà un solo referente per l’Associazione Corsa all’Anello e tutti i membri lavoreranno insieme, seguendo un unico filo conduttore. La necessità di creare il gruppo è nata dal fatto che tutta la Corsa all’Anello, oltre all’importante aspetto cavalleresco, sta dando sempre più importanza al filone culturale e noi abbiamo seguito il trend. L’altra novità riguarda l’organizzazione di eventi che faranno vivere il terziere durante tutto l’anno e che verranno comunicati a breve. Ora, è importante che insieme ai capo priori degli altri terzieri ed all’Associazione Corsa all’Anello ci riuniamo per decidere il da farsi sulla prossima edizione della festa. Sono sicuro che insieme lavoreremo nella massima collaborazione”.

Quello di Antonini sarà l’ultimo mandato da capo priore, dopodiché “continuerò - ha concluso – a lavorare dietro le quinte per il mio amato terziere”.