Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, il Papa ad Assisi per la giornata dei poveri: il programma ufficiale di venerdì

  • a
  • a
  • a

Attraverso un comunicato stampa, è stato ufficializzato l'Incontro di preghiera e testimonianze previsto ad Assisi nella giornata di venerdì, 12 novembre, in occasione della Giornata mondiale dei Poveri. Interverrà anche Papa Francesco che arriverà nella città francescana alle ore 9 circa. La nota spiega che ad accoglierlo in Umbria, sul sagrato della basilica di Santa Maria degli Angeli, oltre alle autorità, saranno proprio i poveri che formeranno un "abbraccio" ideale per dargli il benvenuto. Ovviamente presenti anche le autorità che gli rivolgeranno un veloce saluto. 

Al Pontefice verranno consegnati in maniera simbolica, sempre da alcuni poveri, il mantello e il bastone del Pellegrino per indicare che tutti sono venuti proprio da pellegrini nei luoghi di San Francesco per ascoltare la sua parola. Nella basilica saranno ascoltate le testimonianze di sei poveri: due francesi, uno polacco, uno spagnolo e due italiani, quindi le risposte dello stesso Papa Francesco. Intorno alle ore 10.30 è in programma una pausa in cui è previsto un ristoro.

Alle ore 11 il rientro in basilica dove è annunciato un momento di preghiera. Seguirà la distribuzione del dono del capo della Chiesa ai poveri e infine i saluti conclusivi. Papa Francesco rientrerà in Vaticano con l'elicottero, mentre i poveri verranno ospitati dal vescovo di Assisi, monsignor Domenico Sorrentino, insieme al quale consumeranno il pranzo. Un programma volutamente molto semplice, considerando la forte importanza simbolica dell'iniziativa. Per Bergoglio si tratta di una nuova e significativa visita ad Assisi, luogo che ama particolarmente, come ha sempre detto, fin dalla sua prima volta da Pontefice. Era il 4 ottobre 2013, giorno di San Francesco, e la visita del Papa fu molto intensa e ricca di significato. Migliaia di persone accorsero per salutarlo e per ascoltare le sue parole in una giornata rimasta nella storia della città del Poverello e di tutta l'Umbria