Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, si fingono operai per rubare in una casa: scoperti, inseguiti e arrestati

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Si spacciano per operai edili all’interno degli edifici e rubano negli appartamenti: a Perugia due cittadini albanesi in arresto. Nella tarda serata di giovedì 4 novembre, la Questura riceve la segnalazione di un cittadino che riguarda il tentativo di furto nella propria abitazione a San Sisto da parte di tre persone sospette, due delle quali si sono date alla fuga a bordo di un furgone bianco. La segnalazione nasce grazie all’allarme di un vicino di casa della vittima il quale, visti movimenti sospetti, tra questi un forte rumore da ricondurre a una finestra rotta, una luce simile a quella di una torcia che si muoveva nel buio dell’appartamento e due soggetti vestiti da operai, telefonava al suo amico informandolo di quanto stava accadendo.

Il proprietario dell’appartamento, tornato immediatamente all’abitazione e trovandosi di fronte ai due finti operai chiede spiegazione ma i due si danno alla fuga con il furgone, rischiando anche di investire la vittima che tenta di fermarli L’uomo però non si perde d’animo, si mette subito in contatto con la Questura, gettandosi allo stesso tempo all’inseguimento dei due fuggitivi con la propria auto. Immediatamente gli agenti della squadra volante, grazie alle indicazioni in tempo reale sulle varie direzioni di fuga, nonostante le pericolosissime manovre messe in atto dai due, condotte ad altissima velocità, riescono a intercettare i fuggitivi a Sant’Andrea delle Fratte (nei pressi del laghetto).

Una volta fermati, i due vengono identificati come cittadini albanesi classe 1974 e 1987, con a carico precedenti di Polizia per reati di rapina, furto in abitazione, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale. A bordo del furgone vengono trovati materiali da lavoro utilizzati. Gli agenti così riescono anche ad appurare che i due uomini, con la strategia di proporsi come operai edili, riuscivano a camuffarsi nell’intento di attuare furti in appartamento. I due stranieri sono stati tratti in arresto o in abitazione in concorso e portati a Capanne in attesa dell’udienza di convalida. Tutto il materiale e il furgone sono stati sottoposti a sequestro. Restano aperte le ricerche del terzo uomo.