Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Festa Squid game finita in rissa a Perugia: operato il 23enne picchiato e ferito dal branco

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

E’ stato operato ieri pomeriggio il 23enne originario di Umbertide ferito gravemente durante la rissa fuori dalla discoteca nella festa a tema Squid game della notte di Halloween.
E’ stato ricoverato all’ospedale di Perugia alle ore 4 di lunedì. 
L’intervento chirurgico nel reparto maxillo facciale del Santa Maria della Misericordia - diretto dal professor Antonio Tullio - si è reso necessario per una doppia frattura allo zigomo e al pavimento orbitario. Trenta i giorni di prognosi. La seduta si è conclusa alle 18,30. È stato operato dalla dottoressa Mitro e dal dottor Gilli. 


E’ stata eseguita una tac per verificare l'esito della ricostruzione del pavimento orbitario. L’intervento risulta riuscito. Il 23enne, giocatore di basket, sarebbe stato aggredito nel piazzale esterno alla discoteca, da più persone. Almeno sei.
Nella serata a tema Squid game - la serie tv sudcoreana sotto accusa perché istigherebbe alla violenza - si sarebbe verificata una prima rissa all’interno della sala, sedata dagli addetti alla sicurezza (due di loro sono stati raggiunti un pugno e uno testata), in cui sono volati tavoli e bottiglie. Poi la zuffa all’esterno. La polizia di Stato sta compiendo accertamenti. In campo gli agenti della squadra mobile. E’ stato curato al pronto soccorso con 10 giorni di prognosi per una ferita lacero contusa alla testa anche un 20enne perugino. I due feriti finiti in ospedale sono stati sentiti dagli agenti.

Non ci sarebbero telecamere utili ma molti hanno girato video con i cellulari. Gli organizzatori hanno fornito subito tutte le informazioni necessarie alla ricostruzione dei fatti. Uno primo scontro sarebbe nato per un apprezzamento di troppo ad una ragazza. Nella serata, tra le centinaia di partecipanti, in molti avrebbero indossato costumi Squid game. Alcuni di questi occultano completamente i volti.