Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, terza dose vaccino al via per sanitari e ultrafragili. Sono 50 mila le persone coinvolte

  • a
  • a
  • a

Sanitari, ultra fragili e ultra 60enni potranno, da oggi, farsi somministrare la terza dose di vaccino Pfiter o Moderna. Tutti, però, dovranno aver completato il ciclo da almeno sei mesi, si parla complessivamente di circa 50 mila soggetti. La campagna era partita nelle settimane passate coinvolgendo le persone con più di 80 anni insieme al personale e agli ospiti dei presidi residenziali per anziani. Adesso i soggetti coinvolti dovranno effettuare la prenotazione attraverso il portale della Regione per l’emergenza Coronavirus a seguito della quale riceveranno una notifica sms con le indicazioni necessarie. Gli operatori sanitari delle aziende sanitarie ed ospedaliere, invece, verranno vaccinati prioritariamente presso il punto vaccinale ospedaliero dell’ente di appartenenza, ma potranno anche prenotarsi dal portale ed accedere ai punti vaccinali territoriali.

 

 

 

 

Per quanto riguarda il personale sanitario dell’ospedale di Perugia, presso il Cou (Centro odontostomatologico universitario) sono previste circa 160 inoculazioni al giorno e ci si potrà prenotare, dal lunedì al venerdì, tramite il Cup el Laboratorio-ritiro referti. In particolare, fa sapere l’azienda ospedaliera perugina, verrà effettuata la cosiddetta dose booster al personale che ha completato da almeno sei mesi il primo ciclo vaccinale e anche per coloro che hanno ricevuto il vaccino Moderna. Al punto ospedaliero di Perugia si parte oggi con la chiamata del personale ritenuto più a rischio: operatori sanitari di pronto soccorso, 118 e dei reparti di malattie infettive, rianimazione, medicina interna e vascolare, ematologia/oncologia. A partire dalle 13 di oggi saranno aperte le prenotazioni.

 

 

 

 

La Regione prevede che, una volta raggiunto lo specifico accordo, la campagna avrà un ulteriore impulso grazie alla pianificazione da parte dei medici di medicina generale delle somministrazioni della vaccinazione antinfluenzale e delle terze dosi, a domicilio e presso i loro ambulatori.
Intanto proseguono le somministrazioni del vaccino in ambiente protetto e della terza dose addizionale rivolta ai pazienti estremamente fragili segnalati dai centri specialisti. Raggiungono l’85,01% i vaccinati in Umbria con prima dose, sono invece l’82,35% i residenti vaccinabili che hanno completato il ciclo di immunizzazione. Nell’intero territorio regionale, secondo quanto emerge dalla dashboard, sono state somministrate 1.298.467 dosi. 
L’aggiornamento di ieri relativo al contagio, invece, ha fatto registrare 70 nuovi casi nel giro di 24 ore a fronte di 10.183 tamponi esaminati, di cui 1.447 molecolari e 8.736 antigenici. Le guarigioni riscontrate sono state 24. Non si registrano decessi. Il numero degli attuali positivi in Umbria sale a 883. Gli ospedalizzati sono 39 di cui cinque in terapia intensiva. In isolamento contumaciale ci sono 844 persone. I comuni nei quali il virus è al momento assente sono trenta.